Loano, ragazzi “in assembramento” e senza mascherina: ai genitori 1.200 euro di multa

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Loano. Sono stati sanzionati per 1.200 euro complessivi i genitori dei tre giovanissimi che, la scorsa settimana, sono stati sorpresi dalla Polizia Locale di Loano a violare le disposizioni anti-Covid emanate dal Governo.

In particolare, i ragazzi hanno creato (insieme a altri loro coetanei) un assembramento piuttosto numeroso in piazza Italia e nei giardini Josemaria Escrivà, da sempre luogo di ritrovo, insieme ai vicini giardini Don Lanteri-Don Parodi, dei giovani loanesi. Secondo quanto riscontrato dagli agenti intervenuti sul posto, non tutti loro indossavano le mascherine così come previsto dalle disposizioni della presidenza del Consiglio di Ministri.

«Nelle ultime settimane – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca anche nella nostra provincia abbiamo assistito ad un preoccupante aumento del numero e della gravità dei casi di Covid-19. Tanti di questi casi hanno interessato istituti scolastici di ogni ordine e grado, con classi e insegnanti in quarantena. Mai come in questa fase dell'emergenza, dunque, è necessario che i nostri concittadini di ogni età, specie i più giovani, rispettino scrupolosamente le misure anti-Covid emanate tanto a livello nazionale quanto locale».

«Riunirsi in gran numero senza indossare la mascherina, così come hanno fatto i ragazzi individuati dai nostri agenti, rappresenta una violazione di queste misure e, soprattutto, vanifica il lavoro svolto dai dirigenti, dagli insegnanti e da tutto il personale dei nostri istituti scolastici per permettere agli studenti di ritrovare sui banchi. Non abbiamo voluto elevare queste sanzioni 'per fare cassa', ma per far capire in maniera inequivocabile quanto gravi siano tali violazioni, che pure in apparenza possono sembrare poca cosa. Nessuno vuole negare ai giovani la loro socialità o impedire loro di vivere una vita il più possibile normale, ma è importante non abbassare mai la guardia e indossare sempre la mascherina. Credo che seguire queste piccole ma fondamentali misure di auto-protezione non sia un grande sacrificio. Così come già fatto quest'estate, invito i genitori a vigilare sui loro figli e sui loro comportamenti, affinché siano il più possibile responsabili».

L'assessore alla Polizia Locale Enrica Rocca aggiunge: «I controlli continueranno nei prossimi giorni anche in orario serale grazie alla collaborazione dell'Unità di Sicurezza Urbana dell'associazione delle polizie locali 'Riviera di Ponente'. Già nella serata di domenica 18 ottobre gli agenti hanno passato al setaccio i parchi cittadini e vigilato sugli assembramenti creatisi nei locali della 'movida'. Grazie al supporto del gabinetto scientifico dell'associazione, di stanza presso il comando della polizia locale di Albenga, i nostri operatori sono in grado di identificare anche persone sprovviste di documento. L'ultimo caso, che ha coinvolto un cittadino straniero, si è verificato proprio ieri sera».

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci