Condividi l'articolo

Loano. Nuovo appuntamento con “Loano non solo mare”, il programma curato dalla sezione loanese del Cai con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano. L’itinerario dell’escursione di giovedì 10 marzo prende nome da uno dei canti più famosi della Resistenza e cioè “Fischia il vento”. Ne è autore il giovane comandante partigiano Felice Cascione, il quale poco dopo averlo composto proprio su questi monti troverà la morte. Si tratta dunque di un itinerario che si propone di ripercorrere e ricordare i luoghi dove i partigiani, pur divisi fra le varie componenti ideali e politiche, lottarono uniti contro l’orrore e l’oppressione nazifascista.

I partecipanti si ritroveranno alle 8.30 in piazza Valerga. Da qui si sposteranno in auto verso ponente; giunti ad Albenga, svolteranno verso Villanova, per poi proseguire per Garlenda e Casanova Lerrone: nella piazza della chiesa verranno lasciate le auto.

Il percorso parte di fianco al bar della piazza, inizialmente con un sentiero e poi con uno stradello comunale, e sale dapprima alla borgata di Case Soprane e successivamente alla isolata chiesa campestre dedicata a Sant’Apollonia, originaria di Alessandria d’Egitto (III secolo dopo Cristo) e patrona (in conseguenza del martirio subito) dei dentisti e degli odontoiatri. Sempre seguendo il sentiero la e sterrata si raggiunge il pianoro sommitale della collina di San Bernardo, dove si erge, alta e bianca, la stele dell’artista tedesco Rainer Kriester. Questo monumento, denominato “Sentinella della Pace”, è dedicato al comandante partigiano Felice Cascione (o “u Megu” come lo chiamava familiarmente la gente da lui curata) che nella zona di Alto fu catturato ed ucciso dai nazifascisti. Fu insignito della Medaglia d’oro al Valor Militare. Qui, sul largo piazzale dotato di alcune panchine e di fronte ad uno splendido panorama che spazia sulle valli Lerrone ed Arroscia e sulle Alpi Liguri, sarà possibile pranzare. L’itinerario di ritorno passerà di fianco ad un’altra semplice cappella campestre dedicata a San Bernardo, e proseguirà percorrendo una comoda sterrata che fra uliveti e boschi ci riporterà a Casanova.

La gita avrà una durata di 4 ore e mezza e seguirà un itinerario ad anello, con difficoltà E ed un dislivello di 350 metri circa. I capigita sono Mario Messa, Mario Chiappero, Gianni Simonato.

Le escursioni sono gratuite e praticabili da quanti abbiano un discreto allenamento alle camminate in montagna. Per la partecipazione alla gita, i non soci Cai devono sottoscrivere l’assicurazione nominativa infortuni, da richiedere entro le 12 del giorno precedente lo svolgimento dell’attività stessa telefonando a Flavia Robaldo al numero 335.84.84.568 o, se assente, a Elena Ghiglione al numero 333.93.84.941 entro le 12 del giorno precedente la gita. Senza assicurazione non si potrà partecipare. I partecipanti dovranno avere calzature adatte ed un abbigliamento idoneo all’ambiente montano. I capigita non ammetteranno chi non ha i dovuti requisiti. Pranzo al sacco a carico di ogni partecipante. I partecipanti sono tenuti ad attenersi alle disposizioni anti-Covid in vigore. Per info sulle escursioni di “Loano non solo mare” è possibile contattare Beppe Peretti al numero 329.4288096.

L’obiettivo di “Loano non solo mare” è promuovere la pratica escursionistica come occasione di socializzazione, benessere personale, conoscenza e valorizzazione del territorio.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici