Gli alunni di Loano protagonisti dei “Libriamoci. Giornate di letture delle scuole”

Pista Kart Indoor Albenga

Loano. Anche Loano “Città che legge” ha deciso di aderire a “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”, il progetto nazionale promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali attraverso il Centro per il libro e la lettura in programma dall'11 al 16 novembre.

I temi della edizione di quest'anno saranno due. Il primo, “Gianni Rodari: il gioco delle parole, tra suoni e colori”, intende dare risalto al centenario della nascita dello scrittore, pedagogista, giornalista e poeta, che verrà celebrato nel 2020, mentre il secondo, “Noi salveremo il pianeta”, è un chiaro riferimento all'attualità e al ruolo decisivo delle nuove generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici. L'informazione tramite la lettura di quotidiani e testi sull'argomento rappresenta infatti uno strumento indispensabile per comprendere il presente e sviluppare una coscienza critica necessaria per affrontare le sfide in difesa dell'ambiente e del nostro futuro.

Le scuole di Loano si occuperanno di approfondire il tema ambientale attraverso numerose iniziative.

Martedì 12 novembre alle 9.30 nella biblioteca civica “Antonio Arecco” di Palazzo Kursaal si terrà l'inaugurazione dell'anno di letture di “Loano Città che legge-Loa Legge in Ogni Angolo”. Una delegazione del “Patto della lettura” composta dall'assessore alla cultura Remo Zaccaria, dal funzionario comunale Marta Gargiulo, da Monica Maggi di “ATuttoTondo” (presente anche in qualità anche di referente dell'Aps “Cosa vuoi che ti legga?”) nonché da Patrizia Leone del Mondadori Book Store, da Patrizia Mel quale responsabile del progetto letture della scuola primaria Milanesi-Valerga e dalla giornalista e mamma- lettrice Grazia Noseda, accoglierà e presenterà il progetto “Loa Legge a Scuola” agli alunni delle quarte e quinte della scuola primaria. A ciascuna classe verrà consegnato un volume che entrerà a far parte della “biblioteca di classe”. Infine, i membri della delegazione raccoglieranno le idee dei ragazzi e delle ragazze a proposito del “piacere della lettura”.

Alle 9.30 le classi quarte e quinte della primaria dell'istituto comprensivo Loano-Boissano parteciperanno alla presentazione de “La storia di Greta. Non sei troppo piccolo per fare grandi cose”, la biografia non ufficiale di Greta Thunberg scritta da Valentina Camerini (DeAgostini).

Estate 2018, gli incendi e la siccità devastano la Svezia. Dal 20 agosto dello stesso anno, ogni venerdì una quindicenne si siede davanti al Parlamento svedese a Stoccolma in segno di protesta. Il suo nome è Greta Thunberg ed è destinato a fare il giro del mondo. Con l'aiuto di chi ha creduto nel suo messaggio e nella sua determinazione, Greta arriva a parlare davanti ai grandi della Cop24, vertice dell'Onu sui cambiamenti climatici, tenutosi in Polonia il 4 dicembre 2018. Greta è stata candidata al Nobel per la pace e ha usato i social per smuovere le coscienze, per esortare i coetanei a scendere in piazza e nelle strade. Immaginate cosa potremmo fare tutti insieme, se solo volessimo veramente, dice la ragazza nel suo discorso alla Cop24, e infatti (con l'hashtag #fridaysforfuture, slogan dello sciopero mondiale che il 15 marzo 2019 ha coinvolto anche l'Italia) ha smosso oltre 1,4 miliardi di giovani in 2.083 piazze di 125 paesi sparsi in ogni continente. A partire dal suo grande esempio, i lettori scopriranno quali sono le azioni quotidiane da fare per salvare il mondo.

Valentina Camerini, milanese, classe 1981, da più di dieci anni scrive per adulti e ragazzi come autrice e come ghost writer. Collabora con The Walt Disney Company Italia, ha pubblicato con Modandori, Gribaudo, Electa Young e DeAgostini.

Tre motivi per consigliare il libro: per riflettere sull'impatto delle nostre azioni; perché l'inquinamento è un problema serio; perché il messaggio di Greta si rivolge proprio ai ragazzi: non sei mai troppo piccolo per fare la differenza.

Dopo l'incontro con l'autore, i ragazzi saranno invitati a riflettere: “Che cosa faresti per risolvere un problema che ti sta molto a cuore? Dallo sciopero di Greta alle azioni quotidiane che possiamo fare tutti noi”.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi