Ceriale, nuova vita per l’ex hotel Torelli

L’assessore all’urbanistica Valentina Molli: “Una convenzione che mette fine alla situazione di abbandono e degrado”.

Pista Kart Indoor Albenga

Via libera questa mattina da parte della giunta comunale di Ceriale alla convenzione con l’attuale proprietà che sblocca finalmente la situazione di abbandono e degrado che interessa l’area dell’ex hotel Torelli ormai da troppo tempo.

Nei prossimi giorni, con soddisfazione dell’amministrazione comunale, nell’interesse sia pubblico che privato, avranno inizio i lavori di riqualificazione della zona più a levante del territorio cerialese e gli scheletri in disuso del vecchio albergo e della limitrofa villa Jolanda lasceranno il posto ad un nuovo complesso residenziale con box interrati: il progetto prevede la realizzazione di 36 nuovi alloggi.

Già a partire dall’anno 2014, in occasione dell’approvazione del progetto dell’approdo turistico del Comune di Ceriale, è stato proposto un progetto per la demolizione e ricostruzione dell’edificio ormai incongruo ed inagibile, ma a causa di ricorsi al TAR ed al Consiglio di Stato la procedura è stata congelata in attesa della definizione dei contenziosi amministrativi.

Successivamente, alla fine dell’anno 2016, a seguito dello svincolo alberghiero della struttura concesso dal Comune di Ceriale, la società proprietaria dell’immobile (Asterias S.R.L.) ha presentato un progetto essenzialmente identico a quello contenuto nel progetto generale dell’approdo, per la demolizione e ricostruzione dell’edificio, usufruendo delle disposizioni dell’art. 7 della Legge Regionale 49/2009 “Misure urgenti per il rilancio dell’attività edilizia e la riqualificazione del patrimonio urbanistico-edilizio”.

La procedura per l’approvazione del progetto, conclusasi nei giorni scorsi, ha avuto alcuni rallentamenti dovuti alla verifica dei confini delle aree del Demanio Marittimo che il vecchio edificio impropriamente occupava per una piccola porzione.

L’amministrazione comunale, insediata dal giugno dello scorso anno, ha voluto ridefinire, con la nuova società che ha rilevato la proprietà dell’edificio, alcuni dettagli contenuti nella convenzione urbanistica: per quanto riguarda le opere a scomputo realizzabili con una quota parte degli oneri di urbanizzazione (per un importo di circa 200 mila euro), è previsto un progetto di collegamento tra la pineta di Ceriale e la passerella che unisce il territorio cerialese a quello di Borghetto Santo Spirito. Sarà un nuovo tratto di passeggiata concepito con materiali dal basso impatto, il più possibile integrati nell’ambiente, corredato da nuovi elementi di arredo urbano e da una adeguata illuminazione, con messa in sicurezza del percorso a protezione da eventuali mareggiate.

Gli accordi convenzionali tra la società Duemila s.r.l. - nuova proprietaria degli immobili oggetto di intervento – ed il Comune di Ceriale, prevedono inoltre la cessione a favore del Comune di un’area di circa 2.300 metri quadrati nella zona di via Asti, che verranno utilizzati per allargamento stradale, marciapiedi e parcheggi e il versamento di una somma pari a circa 70.000 da destinarsi alla ristrutturazione per alloggi di edilizia pubblica e sociale.

Soddisfazione per la conclusione dell’iter amministrativo è stata espressa dall’assessore all’urbanistica Valentina Molli, che ha seguito passo dopo passo la difficile pratica: “Una convenzione davvero importante che risolve un problema di degrado e abbandono che andava avanti da troppo tempo e al quale era necessario porre rimedio: finalmente potrà partire l’intervento di restyling atteso da tutti i cerialesi e non solo, con un nuovo complesso residenziale”.

“Un ringraziamento agli uffici che hanno operato per la riuscita della convenzione urbanistica. Un importante obiettivo e risultato raggiunto dalla nostra amministrazione” conclude l’assessore Valentina Molli.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi