Ceriale, tutto pronto per l’inizio dell’anno scolastico

Entro sabato sarà completata l’organizzazione degli spazi e delle aule, oltre alla sanificazione dei locali.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Ceriale. Regione Liguria e Anci, nel corso dell’incontro di ieri, hanno confermato la data di apertura delle scuole per lunedì 14 settembre. In questi ultimi due mesi Direzione Scolastica, Ufficio Scuola e Ufficio Tecnico del Comune di Ceriale hanno collaborato per rispettare le tempistiche imposte da Governo e Regione. Le aule sono pronte per accogliere gli alunni. Si stanno ultimando le ultime operazioni di pulizia e sanificazione dei locali che saranno completate entro la giornata di sabato.

Si sono programmati orari di ingresso e uscita scaglionati, utilizzando accessi diversi al plesso scolastico al fine di ridurre al minimo il rischio di assembramenti. A tal fine si raccomanda un rigido rispetto degli orari, consultabili sul sito dell’Istituto Comprensivo Varatella (www.valvaratella.edu.it). Garanzie e rassicurazioni anche su forme e modalità del trasporto scolastico.

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia sarà attivato, probabilmente, anche il servizio mensa a partire dal giorno 16 settembre.

«Credo che la nostra situazione sia simile a quella di quasi tutti gli altri comuni, salvo qualche eccezione. Per le nostre competenze siamo riusciti a renderci subito operativi per assicurare un inizio di anno scolastico in totale sicurezza e non abbiamo particolari problematiche». «Quindi non sarebbe stata motivata, come qualche genitore chiede, un’ordinanza di rinvio sull’apertura delle nostre scuole» spiegano il sindaco Luigi Romano e l’assessore alla pubblica istruzione Laura Vollero.

«Questo non significa che non ci siano preoccupazioni, ma queste riguardano soprattutto la possibile mancanza di personale docente, di sostegno e personale ATA come i bidelli. Queste carenze non sono, ovviamente, competenza dell’amministrazione comunale e auspichiamo che arrivino in tempi brevissimi le coperture richieste dagli istituti scolastici». «A tale proposito dobbiamo dare atto dell’impegno profuso, e che ancora sta impegnando la dirigente scolastica, per predisporre un orario compatibile con le reali disponibilità di personale scolastico, indispensabile per garantire il rispetto delle disposizioni anti-Covid» concludono il primo cittadino e l’assessore.

Infine, dall’assessore comunale ai servizi sociali Eugenio Maineri il punto sulla gestione dell’asilo nido “Il Flauto Magico” di via Roma, che ha proseguito regolarmente la sua attività in questi mesi nell’ambito della convenzione con la fondazione “Caterina Parodi”. Fino alla fine di agosto si è svolto il servizio estivo, mentre dal 7 settembre è ripresa l’attività consueta della struttura cerialese.

Prima del Covid l’asilo nido aveva raggiunto la sua capienza massima, ospitando 40 bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 36 mesi, con l’emergenza sanitaria e le norme anti-contagio l’ospitalità si è mantenuta sui massimi livelli, cercando di venire incontro il più possibile alle esigenze delle famiglie (tutte le info: http://www.asilonidoceriale.it/).

Ad ora sono presenti 33 bambini, divisi in tre diverse sezioni: «Grazie all’ampiezza degli spazi interni ed esterni e alla loro relativa suddivisione, siamo riusciti a garantire un normale servizio, con tre ingressi differenziati e orari scaglionati» affermano l’assessore Eugenio Maineri e i responsabili dell’asilo nido. «Inoltre, grazie ad una convenzione con la Croce Rossa, ogni 15 giorni è prevista una specifica attività di pulizia e sanificazione di tutti gli ambienti della struttura» concludono.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci