Andora, la campagna nazionale #iononrischio coinvolge le scuole in visita alla sede della locale Protezione Civile

Pista Kart Indoor Albenga

Andora. La campagna di prevenzione ai rischi derivati da eventi calamitosi #Iononrischio coinvolge anche le scuole. I ragazzi delle classi seconde dell'Istituto Benedetto Croce hanno visitato la sede della Protezione Civile di Andora, accompagnati dai professori Amelia Malavetas, Mario Olivo, Roberta Carrer e Brigida Taddeo.

I volontari del gruppo, guidati dal Responsabile Fabio Curto, hanno mostrato alle classi i mezzi, le attrezzature e le divise che utilizzano negli interventi, sia in caso di alluvione che di incendio, spiegando loro quanto sia importante il lavoro di squadra nei momenti più pericolosi. "Abbiamo molte dotazioni tecniche che ci aiutano, come le jeep per portare in salvo le persone che si trovano in zone pericolose, le idrovore per aspirare l'acqua e mezzi per portarla in caso di incendio - hanno detto i volontari - Ma buona parte delle volte il lavoro si fa a forza di braccia, controllando palmo a palmo le fiamme in modo che non si estendano e distruggano il verde delle nostre colline".

Agli studenti sono state spiegati i vati tipi di Allerta Meteo, il significato dei colori e i relativi comportamenti da attuare a seconda delle gravità del bollettino meteo emesso dalla Regione.

Fabio Curto ha sottolineato come la prevenzione sia fondamentale nella vita di tutti i giorni.

"Ognuno di noi può contribuire alla salvaguardia del territorio - ha detto Curto - Attuando le buone pratiche, prima dell'emergenza, magari cominciando dalla propria quotidianità. Poi quando c'è un evento calamitoso è necessario soprattutto non commettere imprudenze".

L'incontro con i ragazzi delle scuole è avvenuto all'indomani di quelli realizzati sul territorio nell'ambito della Campagna #Iononrischio che ha visto ben 300 cittadini recarsi nel gazebo del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Andora dove i volontari hanno realizzato brevi corsi e distribuito materiale informativo.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi