Andora, la cerimonia del 4 novembre nel ricordo anche delle vittime delle Forze dell'ordine

Il Sindaco Mauro Demicheis ha ricordato Mario Cerciello Rega il carabiniere pugnalato a Roma, il carabiniere Vincenzo De Gennaro e gli agenti di Polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Andora. Insieme al ricordo dei caduti della Grande Guerra, in occasione della Cerimonia del 4 Novembre, Andora ha reso omaggio agli appartenenti alle Forze dell'ordine che hanno perso la vita in servizio.

Il sindaco Mauro Demichelis ha ricordato Mario Cerciello Rega il carabiniere pugnalato a Roma, il carabiniere Vincenzo De Gennaro e gli agenti di Polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego sottolineando l'alto numero delle cosidette vitttime del dovere.

«Una media di 35 l'anno dal 2000 ad oggi - ha detto Demichelis nel suo discorso davanti alle autorità civili, militari e religiose presenti e rivolgendo un pensiero in particolare agli ultimi episodi avvenuti nel 2019 - Oggi accanto ai caduti della Prima Guerra Mondiale, desideriamo onorare le Forze Armate ricordando le vittime e gli eroi delle guerre quotidiane, che si consumano nelle nostre città. Crediamo sia giusto rivolgere un pensiero alla memoria di Mario Cerciello Rega il carabiniere pugnalato a Roma, al carabiniere Vincenzo De Gennaro ucciso durante un controllo di routine, agli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego colpiti mentre compievano il loro dovere, il maresciallo capo Daniele Ghone che ha perso la vita a Nassiriya.L’elenco purtroppo sarebbe più lungo. Esprimiamo vicinanza ai loro familiari e a quelli di tutti i caduti in servizio o feriti in patria, nei teatri di guerra e nelle missioni di pace. C’è qualcosa che accomuna i caduti di oggi a quelli di inizio novecento: l’avere creduto nei valori della patria unita e solidale, il profondo senso di giustizia, l’essersi messi al pieno servizio della nazione e dei suoi cittadini».

Alla cerimonia hanno partecipato anche gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado di Andora che, accompagnati dal professor Gabriele Taranto, hanno letto alcune lettere dal fronte di caduti andoresi.

Le cerimonia che ha visto la celebrazione della Santa Messa in onore dei caduti, è stata accompagnata dalla Banda San Raffaele di Andora.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci