Andora, al via la realizzazione del primo stralcio della pista ciclabile

Ferrari Innovations

Andora – Al via i lavori di realizzazione del primo stralcio di pista ciclabile finanziato dal Comune di Andora. Collegherà il sottopasso della nuova stazione ferroviaria alla futura ciclopedonale che RFI realizzerà sul vecchio tracciato ferroviario. La ditta Olivieri SRL che si è aggiudica i lavori per un valore di circa 90mila euro, ha ricevuto l’esito degli esami sul materiale presente sulla ex sede ferroviaria e ha avviato il cantiere. Il primo di una serie che interesserà la zona.

Ieri mattina, il Sindaco Mauro Demichelis ha realizzato un sopralluogo anche nell'attigua area che in futuro sarà oggetto di una serie di interventi per migliorare la viabilità.

L’obiettivo dell'amministrazione è fare in modo che tutta l’area sia pronta ad accogliere al meglio i viaggiatori e in futuro la pista ciclabile che sorgerà su vecchio tracciato di proprietà di RFI.

«Questi primi duecento metri di pista sono realizzati grazie ad un comodato d'uso delle aree concordato con RFI: ci permetteranno di accogliere al meglio i cicloturisti che oggi arrivano in treno per scoprire i nostri sentieri dell’entroterra o avviarsi sulla costa sui percorsi delle grandi gare ciclistiche. In futuro, sarà la porta d’accesso alla pista ciclabile che sorgerà sul vecchio tracciato ferroviario – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – Avviare questo primo stralcio ci ha permesso di non perdere i fondi a disposizione del Comune. E’ in via di definizione anche un accordo con RFI per il riassetto generale della viabilità a valle della stazione che prevede anche parcheggi auto, taxi e autobus, un accesso più agevole simile a quello degli aeroporti. Sarà finanziato da RFI e cantierato dal Comune di Andora. Tutto ciò che possiamo fare in autonomia lo stiamo facendo in attesa che si concretizzi l’accordo quadro firmato fra RFI, Regione e Comuni coinvolti per la realizzazione della pista ciclabile sul vecchio tracciato che certamente andrà a migliorare l'assetto viario delle zone che toccherà.»

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci