Albissola, Messa in comunione col Papa per i migranti morti in mare

Pista Kart Indoor Albenga

Albissola Marina. In comunione con Papa Francesco, la Caritas di Savona-Noli, la Migrantes diocesana, la Fondazione ComunitàServizi onlus e la parrocchia N.S. della Concordia in Albissola Marina, propongono una preghiera in suffragio per tutti i migranti morti in mare, con la celebrazione della Messa presieduta da don Adolfo Macchioli, questo pomeriggio alle 18.30 nel giardino di Casa Rossello, via Italia 51 Albissola Marina. Nel sesto anniversario della sua visita a Lampedusa, Francesco celebrerà la Messa nella Basilica vaticana con 250 persone tra migranti, rifugiati e quanti si sono impegnati per salvare la loro vita, ricordando tutti i morti nel mar Mediterraneo nel tentativo di attraversarlo. “Vuole essere un momento di preghiera, di comunione e di silenzio lontano dal continuo vociare della politica e degli scontri ideologici su una realtà che è primariamente e profondamente umana – sottolinea la Caritas diocesana nella persona del direttore Alessandro Barabino – nella convinzione che Dio con la sua Parola sia l’unico che possa aiutarci a leggere questa tragedia”.

Come ricorda Caritas, il sito di Unhcr Italia (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) riporta: “A causa di oltre 15 conflitti in corso nel continente africano, migliaia di persone continueranno a spostarsi, spesso con informazioni imprecise e aspettative irrealistiche – ha dichiarato Vincent Cochetel, inviato speciale dell’Unhcr per il Mediterraneo centrale – queste persone affrontano seri pericoli e rischiano perfino la morte nelle mani dei trafficanti. È necessario fare di più per impedire che sempre più persone cadano preda di quanti cercano di trarre profitto dalla loro vulnerabilità e dalla loro disperazione. Si stima che siano almeno 507 le persone decedute o disperse nel Mediterraneo centrale e occidentale nel 2019. Il numero di persone che hanno perso la vita lungo le rotte del traffico e della tratta di esseri umani prima ancora di raggiungere le coste per imbarcarsi non è noto, me è probabile che sia ancora più elevato”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi