Condividi l'articolo

Albenga si prepara alla prima ondata di maltempo della stagione autunnale. Proseguono, infatti, gli interventi di pulizia di rii e canali secondo la programmazione che, anno dopo anno e a rotazione, porta a interventi a tutela di tutto il territorio.

Tra i lavori che si vogliono ricordare c’è, innanzitutto, quello relativo al primo lotto funzionale di Rio Fasceo e Carendetta del valore di 2,5 milioni di euro finanziato attraverso i fondi PSR ed affidato alla ditta Sas Fratelli Vecchione.

Nella giornata di oggi terminerà anche l’intervento da 20 mila euro sul canale Bra di via del Cristo e il ripristino della funzionalità del torrente Arroscia attraverso la messa in sicurezza di alcuni tubi dell’acquedotto e il potenziamento delle sponde (l’importo dell’intervento è di 40mila euro).

L’Amministrazione, inoltre ha deciso di destinare oltre100 mila euro per la pulizia di altri rii e canali.

I prossimi interventi previsti sono:

  • rio Ciambellino
  • rio Inferno
  • un tratto del fiume Centa in corrispondenza di Viale Martiri della Foce. L’intervento prevede il taglio di alberi e la pulizia completa del tratto in oggetto.
  • rio Avarenna
  • un canale presente a Leca d’Albenga in reg. Bagnoli
  • pulizia di alcuni canali in località Vadino

Oltre agli interventi a opera del Comune ricordiamo che è stata emanata un’ordinanza con la quale si fa obbligo ai frontisti di ripristinare, entro il prossimo 5 ottobre, l’originaria sede degli scarichi a cielo aperto, rii, fossi e canali adiacenti ai terreni di loro proprietà che potrebbero cagionare situazioni di pericolo.

Quest’anno il Comune ha voluto anticipare i tempi e, invece che fissare la scadenza del termine a fine ottobre, l’ha anticipata a inizio mese.

In particolare nell’ordinanza si ordina ai proprietari o possessori di terreni prospicienti le strade e confinanti con fossi e canali di provvedere entro il 5 ottobre:

  • Alla pulizia e ripristino delle originarie sezioni e livellette di fossi e canali ostruiti da detriti e rifiuti di ogni genere;
  • A rimuovere ogni materiale che ostacoli il regolare deflusso delle acque, ripristinando le condizioni di regolarità;
  • A ripristinare i fossi di scolo delle acque eventualmente abbandonati o eliminati per l’introduzione di nuove tecnologie colturali in agricoltura;
  • Ad effettuare il taglio delle piante cresciute negli alvei e lungo le sponde dei corsi d’acqua;
  • Ad effettuare il taglio delle siepi e dei rami che si protendono sui coni d’acqua e sul suolo pubblico;
  • La costante, continua e regolare manutenzione dei fossi stradali e di scolo dei terreni e a ripristinarli se abbandonati o intasati.
  • Per ulteriori informazioni a riguardo rivolgersi all’ufficio agricoltura del Comune di Albenga i cui responsabili sono il geometra Graziano Floccia e il geometra Luca Sola: 0182562246.

Si ricorda inoltre che dopo il 5 ottobre partirà la fase di monitoraggio e controllo a riguardo. Inoltre, attraverso la SAT si sta provvedendo ad una pulizia di tutti i tombini, griglie e pozzetti presenti in città.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici