Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Piaggio Aero, la Rsu insiste: “Chiediamo un confronto col Governo”

Tempo di lettura: 2 minuti

La rappresentanza sindacale dello stabilimento di Villanova d’Albenga sottolinea l’assoluta urgenza di affrontare questa delicata condizione di amministrazione straordinaria in sinergia tra i ministeri coinvolti (Sviluppo, Difesa e Lavoro) con azioni rapide e trasparenti. Per questo la richiesta di incontro in sede ministeriale dato che il giorno 3 aprile u.s., durante l’incontro con il Commissario Straordinario abbiamo appreso da una notizia ANSA del Ministro della Difesa Trenta che “sono in corso approfondimenti mirati a ricercare ulteriori sinergie che permettano il proseguimento del programma (P1HH) nel più ampio interesse nazionale”.

Di fatto abbiamo necessità di capire – nelle sedi ufficiali – come il Decreto che prevedeva 766 mil stanziati per il progetto P2HH, ridimensionato a 250 mil per il programma P1HH (26 febbraio u.s.) sia ulteriormente in evoluzione.
Il programma P1HH ha visto grandi investimenti in ore di progettazione, costruzione e prove di volo, una forte collaborazione con Leonardo ed il supporto delle Forze Armate (solo ad esempio con l’utilizzo delle basi militari di Decimomannu e Trapani ed il sostegno della legge 808).

Ogni miglioramento di questo programma verso l’utilizzo DUALE, indicato dal Ministero dello Sviluppo e dal rappresentante del Ministero Difesa, è possibile ed auspicabile da parte dei tecnici Piaggio che sono pronti ad affrontarlo fin da oggi.

Si vogliono buttare al vento migliaia di ore di lavoro? I cospicui investimenti già fatti? Documenti, progetti, velivoli e sistemi in produzione, esperienze… al vento? Tutto questo potrebbe essere il trampolino tecnologico per il nostro Paese verso una partecipazione a future esperienze di lavoro in questi campi di tecnologia avanzata in Europa. Non vorremmo che tutto questo venisse sviluppato altrove.

Inoltre ci sono i finanziamenti già approvati negli anni scorsi della legge 808 per lo studio della versione “cargo”, trasporto senza pilota.
Piaggio potrebbe sviluppare anche, attraverso i nuovi finanziamenti alla Legge 808 il completamento dello sviluppo del nuovo velivolo per il pattugliamento (MPA) e procedere ad un ammodernamento tecnologico di tutto il settore motori per generare nuova occupazione.

A fianco di queste attività che traguardano il futuro apprezziamo fortemente l’interesse dell’Amministrazione Difesa per il velivolo P180 attraverso l’ammodernamento della flotta esistente e nuovi ordini di velivoli.
Però anche per questo settore produttivo è fondamentale avere chiarezza nei tempi del cronoprogramma che i ministeri intendono darsi: perché questi siano in forte sinergia con l’attività del Commissario Straordinario che deve predisporre il Piano industriale di risanamento, garantire il futuro alla LaerH di Albenga, nata dall’Accordo al Ministero del 2014 come partner strategico di Piaggio, attualmente in grande sofferenza per mancanza di ordini da Piaggio.

I lavoratori sono disponibili ad affrontare e risolvere le richieste di ordine tecnologico che possono soddisfare le esigenze segnalate dal Ministro della DIfesa ma evidenziano che la situazione necessita di intervento immediato.

RSU Piaggio Aero Ind. /Aviation Villanova d’Albenga

c.s.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: