Comune di Albenga e Zonta Club schierate contro la violenza sulle donne

Centro Revisione Arnaldi

Lo Zonta club Alassio-Albenga, in collaborazione con il Liceo Artistico, ha inaugurato questa mattina in piazza Tortora due panchine contro la violenza sulle donne.

A spiegare il progetto Giusy Nalbone presidentessa dello Zonta club Alassio-Albenga: “È importantissimo lavorare con i giovani e con le scuole e continuare a sensibilizzare sulle tematiche legate alla violenza.

Abbiamo deciso di affiancare una panchina bianca a una rossa. La panchina rossa simboleggia la violenza sulle donne, quella bianca è simbolo della violenza assistita, quella subita dai bambini delle donne maltrattate.

Tutti i progetti presentati dai ragazzi erano bellissimi e d’impatto, ne abbiamo selezionato uno che rappresenta il volto di una donna e il sangue che perde dal naso. Proprio quel sangue si trasforma in petali di rosa che si congiunge con quella dell’altra panchina formata dalle lacrime. Credo che il concetto che si è voluto esprimere sia stato reso al meglio in questa immagine.

Vorrei ringraziare l’Amministrazione comunale che mi ha sostenuto e i ragazzi del Liceo Artistico Giordano Bruno che hanno partecipato con entusiasmo alla realizzazione di queste panchine”.

Il sindaco Riccardo Tomatis:Lo Zonta da anni si occupa di violenza sulle donne, un tema attuale che rappresenta ancora oggi un’emergenza.

Esistono tanti tipi di violenza nei confronti delle donne, c’è la violenza fisica, ma anche quella morale ed economica e spesso questa di perpetra all’interno delle famiglie, a volte anche quelle considerate più integrate o attraverso i social.

Non dobbiamo mai abbassare la guardia contro ogni forma di violenza e vorrei ringraziare associazioni come lo Zonta che fanno tanto proprio a questo scopo.”

Afferma l’Assessore alle Politiche Sociali Simona Vespo: “Sono da sempre vicina alle donne vittima di violenza, purtroppo è un argomento attuale ed occorre parlarne per sensibilizzare sia chi subisce questo genere di atti che l’intera società su queste tematiche troppo spesso nascoste. Nell’ottica dell’aiuto e sostegno rivolto a tutti i componenti della famiglia è importantissima, inoltre, una formazione gestionale dei sentimenti soprattutto nell’uomo. A questo scopo da alcuni anni abbiamo attivato una linea anonima per instaurare un primo approccio con il violento che intende farsi aiutare e costruire un percorso di recupero insieme con i professionisti. Il numero 800126437 ma è possibile anche scrivere una mail a </em><em>aied@comune.albenga.sv.it”.

Martina Isoleri, consigliere delegato al volontariato e alla gentilezza afferma: “Il Comune di Albenga e le Associazioni del territorio hanno organizzato diverse iniziative per sensibilizzare le persone e per dire il proprio NO alla violenza. Queste due panchine andranno ad arricchire Piazza Tortora e rappresenteranno questo messaggio”.

Ricordiamo che oggi alle ore 16,00 si terrà l’incontro in biblioteca: “Le parole per dirlo. Riflessioni al feminile” interverrà la dottorezza Maura Montalberti.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci