Albenga in scienza

Albenga in scienza è nata con l'obiettivo di contribuire alla divulgazione della cultura scientifica

Ferrari Innovations

Nove laboratori aperti no-stop dalle 9 alle 18, sei conferenze, osservazione serale del cielo, esperimenti in diretta, tante curiosità e un viaggio che - oltre alle due sedi della scuola - toccherà anche il Fortino, Palazzo comunale, Palazzo Oddo e il Teatro San Carlo. Dal 25 al 27 gennaio torna “Albenga in Scienza”, una tre giorni di iniziative, cifre, formule e dimostrazioni rivolta ad alunni, docenti e genitori, a cura del Liceo statale G. Bruno. Il progetto, coordinato dalla professoressa Donatella Arnaldi, ha il sostegno del Comune e dello Zonta Club e si svolge in collaborazione con il Festival della Scienza di Genova. Tutti i laboratori e il sito web della manifestazione (www.liceobruno.gov.it/albengainscienza), giunta alla sua seconda edizione, sono allestiti e curati dagli studenti del triennio del Liceo (Scientifico e opzione Scienze Applicate), guidati dai loro docenti e dagli esperti del Festival della Scienza.

Questi i laboratori: Vaccini e statistiche (Palazzo Oddo, via Roma); Sostanze stupefacenti e la loro influenza nella storia, nella cultura e nell’arte (Teatro San Carlo, via Roma); Astronomia (Palazzo Oddo); Alla scoperta dell’acqua e degli ambienti marini (Fortino, via N. Sauro); Gioco dell’oca con le particelle, la scoperta del Bosone di Higgs (sede Liceo via Dante); Il mimetismo in natura; Alimentazione; Farmacia in pillole e cosmesi; Giochiamo con la scienza: colori, equilibri, suoni, odori, gusti (gli ultimi quattro nella sede del Liceo in viale Pontelungo).

Conferenze: Migliorare il nostro benessere attraverso i modelli matematici del sistema dei fluidi del corpo umano (dott. Christian Contarino, 25 gennaio ore 18,30 Teatro San Carlo); Uso terapeutico della cannabis (dott. Marco Bertolotto, 25 gennaio ore 21 Teatro San Carlo); I vaccini: un obbligo, un dovere o un’opportunità? (dott. Giovanni Riccio, 26 gennaio ore 18,30 Teatro San Carlo); I lupi (dott. Luciano Nattero, 26 gennaio ore 21 Teatro San Carlo); Spazio, tempo e polvere di stelle (Prof.

Teatro San Carlo); Astronomia e osservazione del cielo (Gruppo astrofili volontari ingauni, giovedì 25 gennaio a partire dalle ore 19, incontro a Palazzo Oddo per poi proseguire alla foce del fiume Centa).

Commenta la preside del Liceo Statale Giordano Bruno, Simonetta Barile: “Albenga in scienza è nata con l'obiettivo di contribuire alla divulgazione della cultura scientifica sensibilizzando ulteriormente all'interno della scuola gli studenti liceali e, all'esterno, tutto il territorio ingauno e della provincia savonese. Le attività proposte nei tre giorni sono dirette ad un pubblico differenziato sia per fasce di età che per interesse culturali . La prima edizione ha visto la presenza di circa 680 visitatori in due giorni, un numero importante che spero comunque possa essere superato in questa seconda edizione anche per gratificare tutti i docenti e gli studenti che lavorano da mesi con passione per la realizzazione dell'evento e che ringrazio sentitamente”

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci