Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Annunci

Albenga, Ciangherotti (FI): «cassa integrazione alla Fondazione Oddi, siamo sicuri sia legale?»

Tempo di lettura: 2 minuti

Albenga. «Non sono uomo di cultura come il dottor Roberto Pirino, Accademico della cucina e, forse per questo, nominato dal Partito democratico alla presidenza della Fondazione Oddi, ente a totale carico delle Casse Comunali di Albenga. Credo, però, di avere una discreta esperienza amministrativa e, per questo, ma non solo, ritengo cosa assai bizzarra aver messo, da parte della Fondazione Oddi, in Cassa integrazione i tre dipendenti. Lo ha fatto la scorsa primavera, lo sta facendo oggi. Essendo la Fondazione Oddi una costola del Comune, che da parte sua non ha mai diminuito lo stanziamento annuale alla Fondazione stessa ma anzi lo ha incrementato (90 mila euro erogati nel 2019, 110 mila euro nel 2020 e 130 mila euro, adesso, nel 2021) penso che, a livello giuridico, sia a tutti gli effetti un ente pubblico e, come tale, non possa mettere in cassa integrazione i suoi dipendenti. Anche perché è vero che la cassa integrazione rappresenta una sicurezza per i dipendenti, ma è altrettanto vero che copre solo il 70 per cento dello stipendio e non cumula neppure per la tredicesima. E quello dei tre dipendenti della Fondazione Oddi non è certo uno stipendio dirigenziale, o quello di un medico di base come il dottor Pirino che in questi mesi ha avuto il vantaggio di poter lavorare molto anche in telemedicina. Non sono un esperto, lo ripeto, ma mi chiedo se i tre dipendenti non possano essere messi a lavorare a progetti e strategie studiate per la ripartenza dopo la pandemia. Ammesso e non concesso che chi ha l’onore di guidare la Fondazione si sia anche fatto carico dell’onere di ideare progetti e piani per il futuro. Non mi era ancora mai capitato di leggere altrove che un’amministrazione comunale di centrosinistra avvallasse, con tanta faciloneria, un uso così bizzarro della CIG, soprattutto se si pensa alle tanto sbandierata battaglie in difesa dei lavoratori per uno stipendio equo. Probabilmente i sindacati dei lavoratori applaudiranno all’iniziativa ingauna così originale, io invece desidero che, al riguardo, venga fatta chiarezza in Consiglio comunale, ecco perché presenterò un’interrogazione al Sindaco collega di studio del presidente Pirino.».

Così Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale ad Albenga e assessore provinciale.

c.s.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: