Albenga, assembramenti in piazza delle Erbe, il sindaco Tomatis: «Da oggi presidio fisso delle forze dell’ordine»

Il primo cittadino: «Se la situazione non migliorerà un ulteriore inasprimento delle misure sarà inevitabile, pertanto invito nuovamente tutti a rispettare le normative in vigore ed utilizzare il buonsenso.»

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Albenga. Ieri è stata la prima sera del fine settimana dall'entrata in vigore del nuovo Dpcm. Nel Centro Storico di Albenga, ormai diventato punto di riferimento serale anche per chi arriva dai comuni vicini, in generale sono state rispettate le norme Anti-Covid.

Purtroppo in una circoscritta piazza, centro della Movida, si sono verificati degli assembramenti e il mancato uso della mascherina da parte degli utenti nonostante l'appello rivolto dal sindaco ai cittadini e il controllo della polizia locale e dei carabinieri che sono prontamente intervenuti sul posto dopo la prima segnalazione ricevuta risolvendo la situazione.

Afferma il primo cittadino Riccardo Tomatis: «Alla luce di quanto avvenuto ieri sera, dopo aver sentito i rappresentanti delle forze dell’ordine, questa mattina ho convocato una riunione operativa (come avviene periodicamente peraltro) con la polizia locale. Insieme abbiamo convenuto di disporre un presidio fisso in Piazza delle Erbe e nel Centro Storico e di aumentare il controllo del territorio in particolare per verificare il rispetto delle normative anti-Covid. Purtroppo abbiamo costatato che in alcuni casi i cittadini, specie i più giovani forse non si rendono conto della pericolosità del Coronavirus per loro e per i loro genitori e nonni e si comportano con scarso senso civico. Per questo, dopo il primo step - quello nel quale ho fatto un appello ai cittadini e abbiamo stabilito un controllo e monitoraggio della situazione, già da questa sera passeremo al secondo step, quello che prevede un presidio fisso e controlli ancora più mirati e stringenti. Se la situazione non migliorerà un ulteriore inasprimento delle misure sarà inevitabile, pertanto invito nuovamente tutti a rispettare le normative in vigore ed utilizzare il buonsenso.»

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci