Condividi l'articolo

Nel porto Luca Ferrari dal 21 al 25 luglio Le Cirque WTP allestirà la tensostruttura che ospiterà “Una proposta per il pubblico che desidera ritrovare tutto quello a cui, da oltre un anno, ha dovuto rinunciare”.

Alassio. Arriva La Belle Vie, una novità e un nome che interpretano la riapertura alla vita, la ripartenza degli spettacoli dal vivo e in presenza.

Un progetto firmato da Le Cirque World’s Top Performers e che debutta con un tour estivo in località suggestive e destinazioni turistiche tra cui, con il patrocinio del Comune di Alassio, la collaborazione della Marina di Alassio e della Capitaneria di Porto del Porto Luca Ferrari, proprio la Città del Muretto dal 21 al 25 luglio prossimi dove, proprio all’interno del porticciolo turistico sarà allestita una elegante tensostruttura che accoglierà l’evento.

È la terza produzione della più grande compagnia europea di circo contemporaneo, un format completamente diverso dagli spettacoli ALIS e TILT.

Un concetto che, alle arti circensi, unisce cabaret, musica, danza e che si propone di offrire al pubblico anche un prima e un dopo show, grazie alla musica di MC2-Radio Monte Carlo 2, che accompagnerà l’evento con un music design dedicato”.

La Belle Vie è un’occasione speciale per ritrovarsi, divertirsi ed emozionarsi.

Gianpiero Garelli, fondatore di Le Cirque WTP: «Un progetto che ci piace moltissimo, abbiamo creato un’atmosfera più intima e anche un ambiente più sofisticato rispetto agli spettacoli ALIS e TILT, che sono due produzioni per arene e grandi teatri con migliaia di spettatori ad ogni replica. Siamo contenti che La Belle Vie, l’ultimo nato di Le Cirque WTP, sia il primo ad andare in scena in un momento in cui, oltre alla voglia di uscire insieme, c’è il desiderio di tornare a vedere un grande spettacolo dal vivo.»

La Belle Vie è l’espressione artistica più consona a Le Cirque WTP per celebrare questo ritorno alla vita. Gli artisti, in un cast essenziale, riproporranno con la propria presenza un concetto di bellezza che, a dispetto delle difficoltà esteriori, è stato conservato gelosamente dentro, come spiega Onofrio Colucci, Direttore Artistico e artista in scena: «La bellezza delle performance di questi artisti di livello internazionale e di cui fanno parte anche la cantante e trapezista australiana Elli Huber e la multi-talentuosa Purplegiù di Las Vegas, sono ispirate dalla tradizione del Cabaret, e ci ricorderanno che la vita è bella, che va celebrata in ogni momento contro la minaccia della mortificazione dei tempi difficili. Nel mio ruolo di Cerimoniere e ospite di questo spettacolo in leggerezza, cercherò di assicurarmi che il pubblico possa godere al massimo di una bolla spazio-temporale, dove dimenticare per un po’ tutto il resto!».

L’entusiasmo manifestato dalle città che accoglieranno lo spettacolo va di pari passo con il grande desiderio di fare, finalmente, qualcosa di importante e in presenza per residenti e turisti. Esiste però un protocollo sanitario e per questo Le Cirque WTP ha organizzato date e repliche per accogliere quanti più spettatori possibili nel rispetto delle regole. Alessandro Garelli, cofondatore e alla guida del Dipartimento strategia, comunicazione, marketing di Le Cirque WTP: «Solo 100 persone potranno assistere ad ogni singola rappresentazione, ma va bene così, perché questo è già un bellissimo segnale di ripartenza. Lo spettacolo va in scena due volte e il nostro pubblico può scegliere se venire all’ora dell’aperitivo, oppure del dopo cena per gustarsi i drink preparati dai nostri Barman e l’accompagnamento musicale». 

Si potrà scegliere tra lo show in Aperotime (dalle 18,30 alle 20,30) oppure lo show in Afterdinner dalle (dalle ore 21.30 alle ore 24).

Prevendite www.ticketone.it oppure direttamente al botteghino a partire dalle ore 18. o ancora alla Casa del Disco di Alassio.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici