Liguria, turismo: arrivi e presenze, confermati incrementi del mese di marzo. Positivo anche confronto tra i ponti pasquali 2018 e 2019

  • Redazione
  • 2 min e 36 sec (391 parole)
  • Turismo
  • liguria
Pista Kart Indoor Albenga

GENOVA. Va bene il movimento turistico in Liguria nei primi mesi del 2019, nonostante le molte difficoltà che amministratori e operatori hanno dovuto affrontare a seguito delle note vicende del secondo semestre 2018. I dati di marzo pubblicati oggi dall'Osservatorio Turistico confermano le rilevazioni provvisorie già comunicate dalla Regione a fine aprile. Il confronto con l'anno precedente, al netto del fine settimana pasquale che nel 2018 è coinciso con gli ultimi giorni del mese, evidenzia un deciso incremento di arrivi e presenze. Dal 1 al 27 marzo, in un periodo di bassa stagione come il mese di marzo con ancora molte strutture chiuse, si sono registrati 232.484 arrivi a fronte dei 190.607 del marzo 2018, pari a un incremento del 21,97%, e 581.955 presenze rispetto alle 532.191 del 2018, pari a un incremento del 9,35%. "Sono questi gli unici dati confrontabili ai fini della programmazione turistica - commentano il Presidente e l'Assessore al Turismo della Regione Liguria - dato che il ponte pasquale è invece, evidentemente, periodo di alta stagione. L'anno scorso cadeva a fine marzo, quest'anno nella terza decade di aprile. Proprio per questa ragione, in attesa di poter confrontare in maniera precisa il ponte pasquale 2018 con il periodo equivalente del 2019, abbiamo aspettato a pubblicare dati altrimenti privi di valore per gli operatori". Anche i dati attualmente disponibili sulla pasqua 2019, confrontati con la pasqua 2018, segnano un incremento significativo: +14,94% di arrivi, 124.852 rispetto a 108.626 e 310.512 presenze rispetto a 265.225 pari al 17,07% in più. "Possiamo dire - proseguono Presidente e Assessore - che la pasqua 2019 ha avuto una performance migliore nel tasso di riempimento delle strutture. Dati non ancora definitivi, ma che possono solamente crescere perché per il loro consolidamento attendiamo che tutte le strutture ricettive abbiano terminato di caricare i consuntivi del mese.

Nel dettaglio provinciale salta subito agli occhi il risultato del territorio spezzino, che conferma una tendenza ormai consolidata: nel periodo pasquale l'incremento è del 30.8 di presenze. Anche la provincia di Genova, che a seguito della mareggiata che ha colpito il Tigullio è sotto osservazione per la stagione primaverile, nel periodo pasquale ha registrato un incremento di 8.803 presenze, pari al 12,5%. Buoni i risultati anche per Imperia e Savona, che rientrano entrambe nella media regionale con un incremento superiore al 15% sia di presenze che di arrivi.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi