Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Scuole private in Liguria, impegno della Regione a nuove risorse per istituti paritari

Tempo di lettura: 2 minuti

Genova. La Regione si impegna a sostenere con nuovi stanziamenti le scuole paritarie di ogni ordine e grado. È stato infatti approvato dal Consiglio Regionale, con 22 voti a favore e 7 astenuti, l’ordine del giorno presentato sul tema dal capogruppo di Forza Italia Claudio Muzio. Il documento chiede inoltre al presidente Toti di farsi parte attiva col Governo affinché venga istituito un fondo straordinario per l’erogazione di contributi aggiuntivi a questi istituti per l’anno scolastico 2019/2020.

«A seguito delle necessarie misure adottate per il contenimento della pandemia, tra cui la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado – dichiara Muzio – gli istituti paritari si sono ritrovati a dover fare i conti con le pesanti conseguenze derivanti dal mancato introito delle rette, dovuto anche alle difficoltà di molte famiglie a farvi fronte a causa dell’emergenza. Le scuole paritarie si trovano così in una situazione di grave criticità, che in molti casi mette a rischio la possibilità stessa di proseguire l’attività educativa, con tutto ciò che questo comporterebbe in termini di perdita di posti di lavoro e di impoverimento dell’offerta formativa».

«Ricordo – prosegue il capogruppo di Forza Italia – che attualmente la scuola paritaria conta a livello nazionale quasi 900.000 studenti, 180.000 tra docenti e operatori scolastici, 12.000 sedi; fa parte a pieno titolo del sistema educativo nazionale e svolge a tutti gli effetti una funzione pubblica d’istruzione; garantisce allo Stato un significativo risparmio di risorse, perché il costo spesato per alunno nella scuola statale (8.500/10.000 euro) è quasi doppio rispetto al costo standard di sostenibilità (5.500 euro) e 18 volte superiore rispetto a quanto oggi è destinato dallo Stato agli allievi della scuola paritaria (500,00 euro)».

«È necessario, dunque, mettere in campo tutte le azioni possibili per evitare che tanti posti di lavoro e il patrimonio educativo e culturale rappresentato dalle scuole paritarie vadano perduti. La Regione ha adottato nell’emergenza Covid-19 misure a sostegno delle famiglie e degli studenti sia delle statali che delle paritarie, tra cui i voucher per l’assistenza educativa e le dotazioni informatiche e il bando per l’erogazione di bonus baby sitter. L’approvazione del mio ordine del giorno dà il via libera ad uno sforzo aggiuntivo, necessario perché la situazione è davvero preoccupante», conclude Muzio.

c.s.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: