Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, ospedale San Giuseppe: “un bel tacer non fu mai scritto"

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

“Ho aspettato qualche giorno prima di intervenire sulla vicenda legata alla mozione dell’Ospedale San Giuseppe di Cairo.

il tempo di leggere i quotidiani locali e il modo in cui è stata diffusa la notizia dell’esito delle votazioni del Consiglio Regionale.

Trovo alquanto paradossali e prive di coerenza le esternazioni di alcuni esponenti del Partito Democratico, in primis il Sindaco di Cairo Montenotte, che hanno criticato l’operato di questa amministrazione regionale sul tema sanità.

“Un bel tacer non fu mai scritto” mi pare la risposta più adatta alle sue affermazioni, ma all’amico Fulvio vorrei aggiungere una cosa, dicendo che la pessime condizioni in cui l’assessorato alla Sanità ha trovato l’Ospedale sono l’effetto della “cura “ che il PD gli ha somministrato negli anni precedenti.

Un segno di rispetto dunque, per la Valbormida e i suoi utenti, sarebbe non andare oltre.
Andare incontro alle esigenze del territorio vuol dire creare un disegno di sistema sanitario che mettendo i rete i 4 ospedali ne accresca le potenzialità e mantenga servizi di eccellenza per i pazienti.

Il Piano che ha distrutto la sanità locale è stato invece l’esatto contrario, ed è stato votato proprio da tutti coloro che adesso si ergono a paladini delle eccellenze sanitarie.

Per quel che riguarda la mozione ci tengo a sottolineare che l’atto portato in Assemblea è lo stesso identico documento che il PARTITO DEMOCRATICO ha votato nel Consiglio comunale di Carcare, lo stesso al quale i cittadini del comitato, che ci si sono scagliati contro riscaldati dalla semplice propaganda dei 5Stelle, hanno applaudito con calore.

La maggioranza sta lavorando con serietà e impegno veri, siamo attenti alle richieste e ai bisogni di una regione defraudata delle sue risorse, sminuita nelle sue potenzialità da un Governo centrale che ha reso molto difficile da amministrare a livello economico. Lo stiamo facendo e lo faremo per tutti gli anni che abbiamo davanti.

Il giudizio più importante sarà quello dei nostri cittadini sui risultati ottenuti, la politica del populismo e degli ordini del giorno la lasciamo a chi cerca un vantaggio elettorale anche sulla pelle delle persone.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci