Liguria, l’azione sinergica della prevenzione per la lotta contro l’HPV: vaccinazione e screening

Prevista l’implementazione dell’offerta vaccinale anti HPV che riguarderà le donne al 25° anno di età e quelle già trattate per lesioni pre-cancerose

Ferrari Innovations

Genova. Un importante percorso formativo sul tema della vaccinazione e dello screening per la lotta contro l’HPV si è svolto oggi, venerdì 06 dicembre, allo Starhotels President di Genova: un evento formativo a cui hanno partecipato i principali esperti e professionisti coinvolti nei processi di prevenzione della patologia HPV-correlata. Questo virus, infatti, è coinvolto nella patogenesi di numerosi tumori, quali il carcinoma della cervice uterina, dell’ano, della vagina, della vulva, dell’orofaringe e non solo.

L’approfondimento scientifico si è tenuto nel momento in cui occorre definire concretamente le fasi attuative di una recente delibera di Giunta che prevede interventi aggiuntivi in termini di prevenzione. L’Assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale ha, infatti, predisposto le risorse necessarie per supportare questa nuova campagna di prevenzione per la lotta contro l’HPV, recependo le indicazioni fornite dagli esperti in materia.

Ripercorrendo le tappe della vaccinazione anti-HPV in Liguria emerge che l’offerta si è arricchita negli anni: la vaccinazione attiva e gratuita è prevista per le bambine pre-adolescenti dal 2008, per le 15enni e a tariffa agevolata fino al 45° anno dal 2010, per gli HIV positivi dal 2015 e dal 2016 per i maschi pre-adolescenti.

La Liguria ha recepito il Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019 con l’offerta anche per le femmine dal 18° al 45° anno di vita e per i maschi dal 18° al 26° anno di età a tariffa agevolata.

L’implementazione in corso prevede che l’offerta vaccinale sarà gratuita e attiva anche alle donne al 25° anno di età, in occasione del primo screening per il tumore della cervice uterina e per le donne trattate per lesioni pre-cancerose: «Sono molto soddisfatta di poter consentire, con risorse dedicate, questo sviluppo, in un ambito particolarmente delicato e sensibile come quello della lotta all’HPV. La nuova offerta consentirà di mettere in atto una protezione più ampia per patologie che possono evolversi con caratteristiche anche molto invasive e che interessano molti cittadini, sia maschi sia femmine».

Sarà attivato un tavolo di lavoro con tutti i professionisti coinvolti (Medici di Sanità pubblica, Ginecologi, Medici di Medicina generale, Pediatri di libera scelta, Assistenti Sanitari, Infermieri ecc.) per rendere pienamente operativo questo percorso di prevenzione.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci