Fase 2 Emergenza Coronavirus: modalità e regole di accesso agli ambulatori ASL2

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Savona. Riprendono gradualmente le visite e gli esami diagnostici sospesi dallo scorso 9 marzo a seguito dell'emergenza Covid-19. Gli utenti verranno contattati dai medici specialisti di ASL 2 per aver conferma della necessità della prestazione e del codice di priorità. Successivamente verrà effettuato un triage telefonico preliminare per valutare lo stato di salute del paziente e quindi per comunicare sede, data e orario dell’appuntamento.

È vietato recarsi presso gli ambulatori territoriali od ospedaliere senza appuntamento. Si ricorda che le prestazioni ad accesso diretto (radiologia e laboratorio analisi) sono tutte sospese e che gli sportelli CUP per le prenotazioni sono ancora attualmente chiusi al pubblico.

Gli utenti che sono stati contattati telefonicamente dovranno accedere agli ambulatori rispettando regole ben precise e seguendo percorsi determinati al fine di garantire al massimo la sicurezza dei cittadini e degli operatori.

Il giorno della visita od esame il paziente, senza febbre, dovrà accedere al presidio da solo, salvo nel caso di minore, soggetti non autosufficienti o stranieri accompagnati da mediatore linguistico.

L’utente accederà dagli ingressi riservati al pubblico, indicati da apposita segnaletica, e sarà sottoposto a pre-triage: della temperatura, verifica dell’assenza di sintomi / link epidemiologici correlabili ad infezione sospetta per COVID-19, igiene delle mani con soluzione alcolica, verifica dotazione e corretto posizionamento mascherina.

Terminato il pre-triage il personale ASL consegnerà al paziente il documento necessario per proseguire il percorso ed accedere all’ambulatorio. Gli utenti sprovvisti di tale documento rilasciato dal pre-triage non potranno eseguire la visita medica o l’ esame diagnostico.

È assolutamente necessario rispettare l’orario dell’appuntamento, evitare di presentarsi in anticipo, al fine di minimizzare la copresenza con altri utenti.

Nel presidio e nelle sale di attesa dovranno comunque essere rispettare le distanze di sicurezza in attesa della chiamata del medico. Le visite avverranno con un intervallo temporale di 30-40 minuti circa l’una dall’altra per consentire le procedure di sanificazione necessarie.

«Sempre con l’obiettivo di minimizzare l’afflusso di persone all’interno delle Strutture per tutte le attività di tipo amministrativo come l’avvio di pratiche, l’invio di modulistica, la richiesta di informazioni, suggeriamo di ricorrere ai canali a distanza, laddove siano disponibili: servizi on line, indirizzi mail, telefono.» affermano dalla Direzione. «Ringraziamo tutta la cittadinanza per la collaborazione che ha dimostrato in questi mesi di emergenza e chiediamo di continuare, anche in questa fase di riapertura, il rispetto delle regole previste finalizzate a garantire la risposta ai bisogni sanitari con la massima attenzione alla sicurezza di tutti.»

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci