Crollo viadotto sulla A6: situazione sanitaria e relativi interventi nella aree critiche della ASL2 savonese

Ferrari Innovations

Savona. Nel corso dell’incontro tenutosi in data odierna nella sede della Provincia di Savona a seguito del crollo del viadotto sull’autostrada A6 Torino-Savona, l’Assessore regionale alla salute, Sonia Viale ha precisato quanto attuato fino a questo momento per sopperire alle criticità emerse nell’area interessata per garantire l’assistenza sanitaria ai cittadini Valbormidesi.

Per quanto riguarda l’emergenza sul territorio della Val Bormida è stato raddoppiato fino alle ore 8 di domattina il servizio di automedica ed è stata raddoppiata fino alle ore 20 di oggi l’automedica operativa sull’area savonese.

È stato previsto inoltre un elicottero in più dei Vigili del Fuoco per l’elisoccorso rispetto a quello già in servizio in situazione ordinaria e a quello regionale.

Ad oggi l’unico caso di spostamento verso il Piemonte riguarda un paziente in codice giallo con patologia respiratoria, che è stato inviato dalla Centrale Operativa 118 ieri pomeriggio all’Ospedale di Ceva.

Attualmente i mezzi di soccorso da e per Savona transitano scortati dalle Forze dell’ordine attraverso la carreggiata sud dell’autostrada A6 Torino–Savona.

Questa mattina sono stati indirizzati presso l’Ospedale di Ceva 5 pazienti per l’esecuzione di emodialisi programmate. Le dialisi previste nel pomeriggio verranno eseguite regolarmente presso l’Ospedale di Cairo Montenotte.

Presso l’Ospedale di Cairo Montenotte sono in fase di riprogrammazione gli interventi di Day Surgery previsti per stamane (6 interventi urologici) e si conferma che tale servizio funzionerà regolarmente da domani.

È inoltre previsto un rafforzamento dell’attività sanitaria territoriale, che rappresenta una componente essenziale del servizio sanitario con la valorizzazione del ruolo dei Medici di famiglia per garantire l’assistenza ai cittadini-utenti.

«Sono state inoltre spostati presso la Radiologia dell’Ospedale di Cairo gli esami ecografici previsti presso l’Ospedale San Paolo e le Tac per i pazienti oncologici in programmazione presso lo stesso Ospedale che non dovranno quindi spostarsi fino a Savona» – riferisce il Commissario Straordinario dott. Paolo Cavagnaro.

Il personale medico, infermieristico e di supporto presso l’Ospedale di Cairo ha preso regolarmente servizio stamattina.

Il personale che deve prendere servizio presso l’Ospedale di Cairo Montenotte e proveniente dalle aree del Savonese e del Finalese e viceversa, può raggiungere le proprie sedi operative attraverso le direttrici provinciali Albisola-Stella-Giovo-Pontinvrea-Giusvalla-Dego e Loano-Bardineto-Calizzano-Millesimo.

Per quanto riguarda l’Ospedale di Savona l’arrivo del personale residente in Val Bormida, per le ovvie difficoltà di collegamento, è stato sopperito attraverso il cambio turno con personale residente nell’area del Savonese.

Anche la situazione operativa del Dipartimento di Prevenzione è nella norma in tutte le sedi.

«Mi preme evidenziare in questa fase di emergenza – riferisce l’Assessore Viale l’impegno del personale sanitario, che ha risposto con grande responsabilità per garantire il servizio nonostante la situazione di criticità»

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci