Accordo di collaborazione interregionale per il coordinamento di attività formative per gli operatori di polizia locale

Pista Kart Indoor Albenga

È stato approvato l’Accordo di collaborazione tra le Regioni Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, il Comune di Modena e la Fondazione Scuola Interregionale di Polizia Locale (SIPL) finalizzato a coordinare i rispettivi ambiti di intervento su oggetti di interesse comune realizzando una collaborazione sinergica, con particolare riferimento alla realizzazione di attività formative per gli operatori di Polizia Locale.

Lo sviluppo delle politiche di sicurezza urbana rappresenta uno dei cardini della civile e ordinata convivenza nelle nostre città, che di fatto ne qualifica il livello della qualità della vita e quindi un corretto e apprezzabile operato da parte di tutte le Amministrazioni locali coinvolte.

Uno dei principali fondamenti del sistema dei servizi di Polizia locale – che costituisce uno dei perni su cui si basa questa civile e ordinata convivenza – si trova nella formazione all’esercizio al ruolo di coloro i quali ne faranno parte, ovvero gli addetti alla Polizia locale.

Proprio per dare una risposta a questi temi, nell’ottobre del 2008 è stata istituita la Fondazione di partecipazione “Scuola Interregionale di Polizia Locale”, con compiti di formazione del personale addetto e di promozione di attività e progetti di ricerca.

Tramite la sottoscrizione di questo Accordo di collaborazione, le Regioni Liguria, Emilia-Romagna e Toscana e il Comune di Modena individuano la Fondazione SIPL quale partner strategico per sviluppare attività di qualificazione e sviluppo dei servizi di polizia locale e quindi, nel perseguimento dell’interesse pubblico e nel loro esclusivo interesse, si avvalgono della stessa Fondazione per:

  • sviluppare attività formative e iniziative di interesse regionale in forma stabile e cooperativa a favore degli addetti alle strutture di Polizia locale dei rispettivi territori;
  • progetti di comune interesse promuovendo lo scambio di informazioni necessarie a realizzare gli obiettivi concordati, fornendo quanto necessario per il conseguimento degli impegni assunti e avvalendosi delle rispettive strutture e risorse nel rispetto della normativa vigente.

L’Accordo avrà una durata triennale e potrà essere rinnovato, previa intesa tra le parti, per periodi di uguale durata.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi