Condividi l'articolo

Nel pomeriggio di mercoledì 28 u.s. gli operatori della Squadra Volante in servizio di controllo del territorio, individuavano all’interno dei giardini siti tra via Chiodo e Viale Italia, zona abituale di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, un gruppetto di ragazzi che sostava su alcune panchine. Alla vista dei poliziotti, i ragazzi si allontanavano velocemente lasciando sul posto una ragazza di 25 anni, già conosciuta alle forze di Polizia, che consegnava spontaneamente agli agenti una busta di fazzoletti con all’interno sette frammenti di sostanza marrone ed altri dieci avvolti in carta stagnola, per un peso complessivo di circa 10 grammi, che teneva occultati dentro al reggiseno unitamente ad una somma di denaro di 30 euro. A quel punto gli operatori di polizia procedevano ad effettuare una perquisizione domiciliare presso l’abitazione della ragazza rinvenendo ulteriore modica quantità di sostanza stupefacente, due piantine di marijuana, un bilancino di precisione sporco ancora della sostanza stupefacente, un coltello a serramanico usato presumibilmente per frazionare lo stupefacente ed una somma in contanti di 340 euro. L’esame narcotest eseguito sia sulla sostanza stupefacente sequestrata che sui campioni di infiorescenza delle due piantine, dava esito positivo confermando trattarsi di “hashish-marijuana”.

La giovane, una studentessa 25enne residente alla spezia, priva di reddito proprio, veniva segnalata all’Autorità Giudiziaria per possesso di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

La mattina successiva nel corso di analogo servizio, gli operatori della Squadra Volante controllavano in piazza Saint Bon un giovane che risultava occultare all’interno di un sacchetto di cellophane della sostanza stupefacente, positiva al narcotest risultando ‘hashish-marijuana’, per un peso lordo di circa grammi 1,50 nonché un coltello a serramanico, entrambi debitamente sequestrati. Il ragazzo, 24enne spezzino già gravato da precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, veniva segnalato all’Autorità Giudiziaria per il porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere nonché segnalato alla Prefettura ex art. 75 D.P.R. 309/90 per uso di sostanza stupefacente.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici