Imperia. La Polizia di Stato incontra gli alunni dei Nautico. A lezione sul cyberbullsimo

Profumeria Simonini

Stamane la Polizia di Stato ha incontrato oltre 200 alunni dell’Istituto Tecnico Nautico di Imperia per affrontare le tematiche del cyberbullismo e dei pericoli della rete.

L’incontro si inserisce nel solco delle numerose iniziative intraprese in abito provinciale dalla Polizia di Stato, finalizzate a diffondere la legalità soprattutto tra i più giovani cittadini.

Partendo dal fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, esperti della Polizia Postale hanno spiegato ai ragazzi l’impianto della legge 71/07 e gli strumenti a loro tutela, principalmente preventivi: l’inibitoria per i contenuti lesivi pubblicati su internet e il provvedimento di ammonimento adottato dal Questore della provincia. Proprio ad Imperia il Questore Capocasa ha adottato il primo ammonimento, a livello nazionale, poco dopo il varo della legge in esame.

Ai ragazzi sono stati mostrati filmati e diapositive, appositamente ideate per stimolare il dibattito e la curiosità.

Il monito dei poliziotti è stato quello di utilizzare, in maniera consapevole, i social network, prestando particolare attenzione alle foto che si pubblicano e ai commenti che si postano, che possono raggiungere, in pochi istanti, un gran numero di persone. Il web non garantisce affatto l’anonimato, ben potendo la Polizia, attraverso indagini e software specifici, risalire alla esatta identità di un profilo creato in rete.

Le condotte illecite, anche se commesse sul web, integrano a tutti gli effetti un reato che pertanto è perseguibile una volta identificato l’autore.

Solo attraverso una adeguata campagna di educazione, sensibilizzazione e prevenzione è possibile instillare nei ragazzi una consapevolezza del corretto uso web, affinché possano sfruttarne appieno le potenzialità educative e comunicative, senza incorrere nei pericoli che lo stesso nasconde.

G.B.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi