Ferrovie, Confesercenti Cuneo: «Più treni sulla Cuneo-Ventimiglia per evitare l’isolamento»

Nadia Dal Bono (Confesercenti Cuneo): «Il presidente della commissione Trasporti della Camera, Raffaella Paita, ha già parlato con i governatori del Piemonte, Alberto Cirio, e della Liguria, Giovanni Toti».

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Dopo l’ondata di maltempo che ha duramente colpito la provincia di Cuneo, Confesercenti Provincia di Cuneo lancia il suo grido d’allarme, per bocca del direttore generale, Nadia Dal Bono.

«L’alluvione dei giorni scorsi ha dato un duro colpo alla rete viaria della Granda e di tutto il Piemonte, scardinando quell’equilibrio già precario che purtroppo da sempre caratterizza il nostro territorio. Una situazione pericolosa, con la quale si rischia l’isolamento totale, con ripercussioni dannose sul comparto economico, in modo particolare per aziende e turismo» dice Dal Bono.

Effettivamente i collegamenti con la vicina Liguria e con la Francia, già precedentemente non affidabili al 100%, sembrano ora peggiorati. «Confesercenti Provincia di Cuneo ha interessato l’onorevole Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera, al fine di illustrarle la grave situazione che stiamo vivendo – prosegue Dal Bono –. Abbiamo avuto una prima importante rassicurazione: l’onorevole Paita ha infatti garantito che l’aumento del numero di convogli lungo la tratta ferroviaria Cuneo-Ventimiglia è una priorità per il Governo. A questo proposito, il presidente della commissione, ha già parlato con i governatori del Piemonte, Alberto Cirio, e della Liguria, Giovanni Toti».

Se tale incremento sulla tratta si concretizzasse, «sarebbe una boccata d’ossigeno importante, soprattutto per il turismo, che va incontro anche alle nuove disposizioni vigenti per combattere il contagio da Coronavirus».

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci