GdF di Imperia: individuata una discarica abusiva nell'entroterra imperiese

Accertati circa 1500 mq di terreno usato per lo stoccaggio dei rifiuti

Ferrari Innovations

Nel corso di indagini di iniziativa, tese ad accertare la commissione di reati ambientali nel territorio della provincia di Imperia, i militari in forza al Nucleo Mobile della Compagnia della Guardia di Finanza di Imperia hanno individuato una attività di commercio di rottami/pezzi di ricambio, di auto/moto, officina meccanica e carrozzeria, presso un terreno sito in Armo (IM), privo di partita IVA e di autorizzazioni regionali/provinciali, gestita da una cittadino imperiese,
in completo spregio della stringente normativa ambientale di settore.

E' stato accertato come il terreno su cui insiste l'attività, di circa 1500 mq, venisse utilizzato come stoccaggio di rifiuti ferrosi, parti di auto, pneumatici, lavastoviglie, batterie, taniche, secchi, materiale vario edilizio di scarto, ecc, senza nessuna precauzione che ne garantisse l'evitare di fenomeni permeativi sul terreno circostante e nel torrente adiacente, con altissimo rischio di inquinamento sia del suolo sia delle falde acquifere.

Sono state rinvenute nel capannone anche automobili, autocarri, camper e ciclomotori, per i quali sono in corso indagini, al fine di risalire agli intestatari e verificare il motivo della presenza dei veicoli nel sito.

Vi è da segnalare, inoltre, la totale inesistenza di dispositivi antincendio. In considerazione di quanto rilevato l'area è stata sottoposta a sequestro ed il gestore segnalato alla locale Procura della Repubblica per il reato di cui all'art. 256 del D. L. vo n. 152/2006 comma 1 lett. a) e b) - (attività di gestione di rifiuti non autorizzata), punito dall'art. 452 bis c.p. con la reclusione fino a 5 anni.

(fonte: Guardia di Finanza - Comando Provinciale Imperia)

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci