Cinquantenario del 1968, Banchéro protagonista al Théatre National de Nice

Marco Barberis: "È sempre stato un desiderio di Marcello Prayer, nostro direttore artistico"

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Grandi complimenti da parte del pubblico e dagli addetti ai lavori, sei minuti sul telegiornale regionale di France3, ottimo riscontro in termini di immagine e visibilità e soprattutto felicissima esperienza per tutti i partecipanti: questo il “bottino” della spedizione nizzarda del Teatro del Banchero che nello scorso weekend ha portato una ventina di allievi dei Corsi adulti di Taggia e Bordighera al Théatre National de Nice. Con l'aiuto di Renato Giuliani, braccio destro di Irina Brook alla direzione del TNN, hanno messo in scena lo spettacolo “Questa mattina, mi son svegliato ...”, un racconto di aneddoti e di incontri dedicato al Maggio 1968, in concomitanza con il cinquantenario di quegli avvenimenti. La narrazione di una storia vissuta, accompagnata da canti politici e dal suono delle chitarre. Renato Giuliani ha fatto da filo conduttore, accompagnato dagli allievi del Banchéro.

«È sempre stato un desiderio di Marcello Prayer, nostro direttore artistico - spiega Marco Barberis, Presidente dell'Associazione culturale Teatro del Banchéro -, che il Banchéro si aprisse alla vicina Francia. Abbiamo dovuto aspettare, di crescere innanzitutto e di incontrare le persone giuste. La persona giusta è arrivata alla fine della scorsa estate. Renato Giuliani, regista, attore e responsabile dei progetti internazionali del Théâtre National de Nice. Noi pensavamo di organizzare uno stage con lui nella nostra scuola di teatro. Lui ci ha proposto di produrre uno spettacolo insieme al TNN, per il cinquantenario del '68, da tenersi a Nizza, appunto, a fine maggio. Oltre ogni possibile immaginazione. Gli eravamo piaciuti a settembre, gli era piaciuto lo spirito del Banchéro, quello che Giorgia Brusco, la nostra responsabile dei corsi, aveva espresso quel giorno presentando i nostri progetti. E noi abbiamo accettato la proposta, consapevoli, della grande opportunità di crescita e della grande responsabilità che derivava dal progetto, con il timore di fare una figura barbina davanti al pubblico francese, di non essere all'altezza delle aspettative del TNN. Personalmente ho apprezzato molto la volontà di mettersi in gioco di buona parte dei nostri allievi, che si sono rimessi subito al lavoro, non appena terminato il saggio di fine corso ad aprile, e di chi, non facendo direttamente parte del Banchéro si è aggregato con grande entusiasmo. Tutto alla fine si è rivelato giusto ed equilibrato, anche la presenza tra il pubblico della direttrice del TNN Irina Brook, che ha voluto confermare immediatamente il proseguimento di questa collaborazione internazionale tra TNN e Banchéro».

Hanno lavorato, perché tutto ciò accadesse: Andrea Alchieri, Anna Vigliarolo, Angela Vandeloo, Barbara Calvini, Consuelo Benedetti, Cristiana Dulbecco, Dalia Lottero, Enrico Manfredini, Francesca Cassinadri, Gabriele Iannotti, Gabriele Manfredini, Giovanni de Mattia, Giulia Aricò, Giustina Iorio, Giusy Pasqua, Martina Karoff, Mauro Arneri, Mauro Lanteri, Nicoletta Cino, Paola Rocco, Paolo Meduri, Rosa Pinna, Sasha d'Andrea, Vittorio Falchi, Vincenzo Genduso, Mirella Fazzolari, Ivonne la Bozzetta, Ivo Mela, Federico Crespi, Marco Barberis, Renato Giuliani.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci