A Dolceacqua un menù davvero molto "slow"

Un piccolo aiuto possiamo darlo tutti modificando le nostre abitudini alimentari preferendo cibo locale e stagionale.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Dolceacqua. Siccità, desertificazione, alluvioni, innalzamento degli oceani e inquinamento dei mari, mettono in pericolo la sicurezza alimentare di tutto il pianeta. A soffrine di più sono oggi le nazioni e i popoli deboli, ma gli effetti del clima che cambia si sentono ovunque: inverni miti alternati a primavere rigide,colture mediterranee che si spostano al Nord, pascoli sempre più magri ed eventi naturali violenti e imprevisti.

Un piccolo aiuto possiamo darlo tutti modificando le nostre abitudini alimentari preferendo cibo locale e stagionale.

A tal proposito la condotta organizza una cena il 18 aprile presso il ristorante A Viassa di Dolceacqua.

Menù:

  • aperitivo di benvenuto con panissa e pane fritto al timo;
  • frittura di acciughe e carciofi spinosi sardi con salsa aioli;
  • i previ;
  • farfalle fatte a mano con vignarola di verdure;
  • pesce azzurro al cartoccio;
  • torta sacripantina e il suo gelato alla crema.

Sui tavoli olio extravergine cultivar taggiasca Terre del Mistero Presidio Slow Food.

Riviera Ligure di Ponente Vermentino 2017 Azienda Agricola Laura Aschero.
Soci euro 40 aspiranti soci euro 45. Prenotazioni Luciano Barbieri 3382882040

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci