Genova: sequestrati in porto 56 chilogrammi di tabacco per narghilè di contrabbando

Il responsabile del traffico di tabacchi lavorati esteri è stato denunciato per contrabbando alla locale Autorità Giudiziaria.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

La Guardia di Finanza di Genova e l’Agenzia delle Dogane, nell’ambito dei controlli effettuati nel porto del capoluogo ligure in occasione dell’arrivo di motonavi dal Nord Africa, hanno fermato nei giorni scorsi un furgone, proveniente dalla Tunisia, condotto da un cittadino francese di origine magrebine.

Durante il controllo del mezzo venivano rinvenuti 56 chilogrammi di tabacco da narghilè, occultati nei bagagli trasportati.

Il responsabile del traffico di tabacchi lavorati esteri è stato denunciato per contrabbando alla locale Autorità Giudiziaria.

La frequenza dei sequestri di tabacco per narghilè nel porto di Genova è sintomo della rimuneratività del traffico, considerato che l’utile generato dalla vendita in Italia o in Francia del quantitativo sequestrato si aggirerebbe intorno ai 5000 euro.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci