Genova, Tanabata Matsuri: la festa giapponese delle stelle innamorate

Domenica 7 luglio il Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone e l’Osservatorio Astronomico del Righi, propongono una giornata di attività culturali e di approfondimento.

Centro Revisione Arnaldi

In occasione della tradizionale festa giapponese di Tanabata, il Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone e l’Osservatorio Astronomico del Righi, propongono una giornata di attività culturali e di approfondimento, a partire dal pomeriggio e fino a sera.

Tanabata è una festa stagionale giapponese che cade il settimo giorno del settimo mese ed è legata al mito celeste delle stelle innamorate Orihime e Hikoboshi (per noi Vega e Altair) che, costrette a vivere ai due lati opposti della Via Lattea, solo nella notte del 7 luglio possono incontrarsi e celebrare il loro amore. La romantica storia di questi astri è affiancata alla attività più caratteristica di questa festa: esprimere i propri desideri, scrivendoli su fogli colorati chiamati tanzaku, appenderli ai rami del bambù e affidarli alle stelle. In questa occasione infatti era tradizione pregare le divinità per ottenere il miglioramento delle proprie abilità, nelle arti, nel lavoro o nello studio, e delle proprie qualità personali.

Il Museo d’Arte Orientale E. Chiossone, da anni propone la Festa di Tanabata all'interno della serie di eventi e allestimenti temporanei Gosekku. Le cinque festività dell’anno, che quest’anno sono già state celebrate a gennaio, marzo e maggio, mentre la prossima sarà a settembre, Kiku no Sekku. La festa dei crisantemi.

Come consuetudine dal pomeriggio sarà allestito all'interno del Museo uno spazio in cui poter scrivere i propri desideri sui tanzaku colorati e appenderli ai rami del bambù, e alle ore 17:00 si terrà il laboratorio didattico per adulti e ragazzi ‘Tanabata Matsuri: Festa delle Stelle, degli Innamorati e dei Desideri’. Nella prima parte del laboratorio verrà narrata la leggenda giapponese di Orihime e Hikoboshi (La Tessitrice e il Mandriano), verranno illustrati gli oggetti rituali della festa, il loro significato simbolico e le relative usanze, seguirà una esperienza di visualizzazione ed evocazione di atmosfere ispirate alla leggenda e per finire verranno realizzati i cartigli di cinque colori (tanzaku goshiki no Kami) per esprimere i propri desideri, gli origami di stelle e altre tipiche decorazioni in carta che vengono appese ai rami di bambù. Il laboratorio è gratuito, a numero chiuso ed è gradita la prenotazione ai contatti del museo.

Alle ore 19:00 Marina Costa, esperta di mitologia e responsabile della didattica dell’Osservatorio Astronomico del Righi, terrà un intervento di approfondimento astronomico presso il Museo Chiossone, per illustrare le caratteristiche delle stelle Vega e Altair, della Via Lattea e del cielo estivo, e per insegnare ai visitatori a trovare e riconoscere le due stelle innamorate nel cielo notturno. I visitatori saranno invitati a continuare le attività astronomiche presso l’Osservatorio durante la serata.

Alle ore 19:30 il Museo Chiossone, in collaborazione con l’Associazione Musicamica, con l’intento di trasmettere l’importanza che l’arte musicale ricopre nella tradizione di Tanabata, propone il concerto per flauto e pianoforte ‘Viaggio da…Oriente a Occidente’ del duo Matteo ed Emanuela Cagno, che eseguiranno musiche giapponesi, irlandesi e celtiche, con la direzione artistica di Giovanna Savino. Ingresso gratuito, posti limitati.

Inoltre dal 7 al 28 luglio sarà visibile una selezione tematica di opere della Collezione Chiossone legate a Tanabata e ai simboli di questa festa.

Il Museo Chiossone sarà aperto con orario straordinario fino alle ore 21:30, con ingresso gratuito serale dalle 17:00 fino alla chiusura.

Le attività per celebrare Tanabata continuano poi all'Osservatorio Astronomico del Righi, che da anni ha inserito questa ricorrenza giapponese all'interno delle proprie proposte divulgative rivolte alla cittadinanza.

A partire dalle 21.30, l’Osservatorio Astronomico del Righi vuole ricreare la magia del Tanabata Matsuri con un'animazione speciale nella Sala didattica-Planetario interamente dedicata alla festa delle stelle innamorate. Come vuole l’usanza, verranno distribuiti i cartoncini colorati (tanzaku) sui quali ciascuno scriverà il proprio desiderio. I cartoncini verranno poi appesi ai rami degli alberi di bambù presenti nel giardino dell'Osservatorio e lasciati alla luce degli astri per tutta la notte. Toccherà proprio alle stelle scegliere quali desideri esaudire…

In Osservatorio, a partire dalle ore 22.00, il pubblico potrà invece osservare al telescopio il pianeta Giove e gli astri dell'estate.

Per tale serata nel Planetario delle Mura, a partire dalle 21.30, è programmata la proiezione full-dome "Viaggio nello spazio-tempo" che ci porterà a spasso fra stelle e galassie fino ai confini dell'Universo.

Per tutte queste attività non è prevista la prenotazione: si invitano gli interessati a presentarsi in Osservatorio con un po’ di anticipo rispetto all'attività prescelta.

Tutte le attività verranno riproposte a rotazione ed a oltranza fino alla chiusura.

Le attività che è possibile seguire variano da una soltanto (una proiezione in planetario, la proiezione full-dome, l'osservazione al telescopio) a una combinazione fra esse, a scelta dei visitatori.

Per ogni proiezione in Planetario o per la partecipazione al laboratorio il contributo richiesto è 5 € per gli adulti e 4 € per i bambini dai 4 ai 12 anni.

Il contributo richiesto per l’osservazione al telescopio dell'Osservatorio (attività possibile soltanto in caso di condizioni meteo favorevoli) è 3 € per gli adulti e 2 € per i bambini.
Nel caso si desiderasse partecipare a più attività proposte o a una combinazione fra esse, il contributo richiesto varierà a seconda della combinazione prescelta e sarà comunque inferiore al contributo delle singole attività; per esempio se l'osservazione al telescopio si combina a una qualsiasi altra attività, il contributo richiesto per l'osservazione diviene di 2 € per gli adulti e di 1 € per i bimbi.

Per informazioni: http://www.osservatoriorighi.it/ e-mail: osservatoriorighi@gmail.com
Cell. divulgazione: 347 5859662 Cell. didattica: 349 6109467

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci