Genova: il comune cerca 100 cittadini volontari per testare il nuovo canale di segnalazioni

Un innovativo strumento online per rivoluzionare il rapporto con gli utenti: segnalazioni e suggerimenti su un’unica piattaforma web.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Genova. Parte in fase di test, arruolando cento cittadini volontari, l'innovativo strumento online del Comune di Genova per rivoluzionare il rapporto con gli utenti della pubblica amministrazione.

Segnalazioni di criticità o suggerimenti verranno inseriti in un’unica piattaforma web che, oltre a diventare un canale ufficiale di comunicazione tra i cittadini e l’ente, permetterà ai primi di conoscere in tempo reale lo stato di avanzamento delle loro richieste: potranno sapere a quale ufficio sono state affidate, a che punto sono e, con una notifica, saranno informati su quando sono state evase.

Una novità improntata a trasparenza e semplificazione, allo scopo di coinvolgere sempre più i cittadini. Attraverso il canale web tutti sono chiamati a partecipare in modo sempre più attivo al processo di miglioramento della vivibilità urbana e dei servizi offerti. Potranno usare il personal computer ma anche lo smartphone, mandando in "real time" la segnalazione attraverso il telefonino nel momento stesso dell'osservazione.

Oggi per chiedere un intervento si usano molti canali diversi: telefonata, contatto con gli sportelli dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, mail ai singoli uffici, messaggi inviati attraverso i social network. In questi modi le segnalazioni possono perdersi oppure sovrapporsi, mancando anche un feedback sull’iter della segnalazione a chi l'aveva fatta.

Così Genova ha deciso di dotarsi di uno strumento innovativo e diretto: resterà in ogni caso possibile contattare l’URP.

Inoltre, per le richieste che hanno carattere di emergenza resta l'indicazione di chiamare il numero unico 112.

La novità inizia con una sperimentazione: cento cittadini, i primi che si proporranno attraverso un form online, diventeranno le prime sentinelle.

Poi, in un secondo momento, la piattaforma sarà aperta a tutti. Per poter effettuare l'attività di segnalazione e quindi utilizzare la piattaforma basterà autenticarsi tramite Spid (sistema pubblico identità digitale) o registrarsi una prima volta attraverso la procedura di registrazione fornendo nome, cognome, codice fiscale, username, indirizzo mail e password.

Questo perché, per l’Ente, è importante poter risalire all’autore della segnalazione, così da eventualmente chiedere maggiori dettagli e conoscere il grado di soddisfazione del servizio offerto, una volta concluso l'intervento. Tutti i dati personali saranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy.

Nessun argomento è escluso dal novero delle possibili segnalazioni. Dai cantieri ai monopattini, dalla viabilità al verde pubblico, dalle auto abbandonate alle problematiche della movida, alle richieste di rimozione di detriti in spiaggia: ogni direzione dell'Amministrazione civica è stata coinvolta nel progetto.

Il cittadino avrà a disposizione un campo di testo libero, così potrà articolare al meglio la segnalazione anche caricando immagini fotografiche.

Accedendo con il pulsante SEGNALA si attiva la procedura che consente anche di georeferenziare il luogo del suggerimento o segnalazione; è possibile indicare la via attraverso lo spostamento sulla mappa del cursore cliccando sul punto che interessa: il puntatore rosso si posizionerà nel punto indicato.

Poi gli operatori URP assegneranno ogni segnalazione all’Ufficio competente. Le richieste saranno prese in carico dall'URP entro 48 ore nei giorni feriali ed evase nel minore tempo possibile.

Se il problema è complesso e necessita di più tempo per la soluzione, il cittadino riceverà comunque una risposta intermedia.

Fino al 31 ottobre qui per iscriversi come tester.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci