Condividi l'articolo

Genova. Le voci ci accompagnano per tutta la vita e una volta l’anno sono celebrate dal Festival internazionale del doppiaggio “Voci nell’ombra”, che premia le eccellenze del doppiaggio nel cinema, nella televisione, nei prodotti audiovisivi e non solo. La manifestazione, organizzata dall’Associazione culturale Risorse – Progetti & Valorizzazione, ha la direzione di Tiziana Voarino ed è arrivata alla XXIV edizione che si terrà dal 27 novembre al 3 dicembre 2023 fra Savona e Genova.

Quest’anno il Festival è dedicato a Dario Penne e Michele Kalamera, due straordinari artisti che hanno fatto la storia di una professione in cui l’Italia è riconosciuta come modello e “maestra”. Dario Penne, scomparso nel febbraio scorso ha dato la voce a star hollywoodiane come Anthony Hopkins, Michael Caine, Christopher Lloyd, Tommy Lee Jones, Ben Kingsley, tra gli altri. Michele Kalamera, scomparso nel luglio scorso, a Clint Eastwood, Steve Martin, Robert Duvall, Donald Sutherland, tra gli altri. Entrambi hanno ricevuto il Premio alla Carriera, il massimo riconoscimento attribuito da “Voci nell’Ombra”, e sono stati insostituibili compagni di viaggio, e amici, del Festival. Il Festival è sostenuto da MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Liguria, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Nuovo IMAIE, Fondazione Agostino De Mari, Quidam – azienda savonese con un’esperienza quarantennale nella lavorazione del vetro piano, Comune di Savona, BPER: Banca, Artis Project, Voxyl Voce Gola, Tiziana Lazzari Medicina Antiaging & Chirurgia Estetica. Si avvale della collaborazione di Palazzo Ducale. Per VOCI ALLA RIBALTA ha il sostegno di Comune di Genova, Genova Città dei Festival, Iren e Coop. Innumerevoli i patrocini, tra cui figurano Rai Liguria e numerosi atenei nazionali e stranieri. Sono oltre centoventicinque le collaborazioni del Festival elencate alla pagina tra cui artisti del territorio che realizzano i premi del Festival in vetro e ceramica. Sono: Quidam, Vanessa Cavallaro, Laura Romano, Diego Santamaria, Gabriella de Filippis.

«”Voci nell’ombra” – dice Francesca Corso, assessore al Marketing territoriale e Politiche per i giovani del Comune di Genova – è stata la prima operazione italiana a valorizzare sia le eccellenze di un settore in cui la nostra nazione è riconosciuta come un modello, sia i professionisti in grado di stimolare l’immaginazione del pubblico con la propria voce. Sarà come sempre un onore, quindi, ospitare anche qui a Genova la nuova edizione del Festival e veder premiate le eccellenze del doppiaggio nel cinema, nella televisione e prodotti audiovisivi. Il Comune di Genova continuerà a sostenere questo festival che rappresenta un’opportunità di lavoro per i nostri giovani e un volano di promozione territoriale».

«Il Festival Internazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra – dichiara Tiziana Voarino, direttrice del Festival “Voci nell’ombra” – è un progetto complesso disegnato e cucito su una visione ampia: coniuga le esigenze di sostenitori autorevoli, di oltre centoventicinque realtà nazionali e internazionali che collaborano attivamente, nonché prestando i propri palcoscenici al territorio, promuovendo il settore di riferimento del doppiaggio, della trasposizione multimediale e dimostrando sensibilità anche verso l’ambiente che ci circonda. Il prossimo anno compiremo venticinque anni e l’obiettivo è crescere ancora».

«“Voci nell’Ombra” – afferma Jessica Nicolini coordinatrice delle politiche culturali in Regione Liguria – si avvia a festeggiare le nozze d’argento essendo arrivato alla 24° edizione. Dopo tutti questi anni il Festival si conferma un punto di riferimento del settore, essendo stata la prima manifestazione dedicata al doppiaggio in Italia. Una manifestazione che abbraccia sempre più il nostro territorio da Savona a Genova, concludendosi a Palazzo Ducale. La certificazione di un radicamento che quest’anno fa il pieno con il riconoscimento ad artisti genovesi come Mario Cordova, attore e doppiatore, tra gli altri, di Richard Gere, William Dafoe, Jeremy Irons e Patrick Swayze in Ghost oltre che Amedeo Torre uno dei protagonisti della seconda stagione della serie Mediaset “Le tre rose di Eva” su Canale 5 ed Enzo Paci, protagonista, tra l’altro della serie Blanca sulla Rai girata in Liguria che riceve il premio alla “Voce più genovese”. Regione Liguria sostiene convintamente questo Festival con l’obiettivo di continuare a fare rete, come ha fatto anche con il mondo della scuola dando la possibilità agli studenti di confrontarsi con il mondo del doppiaggio e con le nuove esigenze dell’accessibilità. Quest’anno in particolare “Voci nell’Ombra” ha voluto dedicare attenzione alle nuove competenze del settore in ambito tecnologico e dell’intelligenza artificiale. Un festival dunque sempre in crescita con una grande attenzione alla collaborazione con le realtà universitarie e con gli studenti che nel corso della serata finale a Palazzo Ducale potranno intervistare i doppiatori».

Nomination e premi

Queste le nomination per il cinema: Rodolfo Bianchi per Killers of the Flower Moon, Lorenzo Macrì per Babylon, Marco Mete per Avatar – La via dell’acqua nella sezione Miglior doppiaggio generale; Flavio Aquilone per Caleb Landry Jones (Douglas Munrow) in Dogman, Simone D’Andrea per Cillian Murphy (J. Robert Oppenheimer) in Oppenheimer, Fabrizio Pucci per Brendan Fraser in The Whale nella sezione Miglior voce maschile; Claudia Catani per Maïwenn (Jeanne du Barry) in Jeanne du Barry – La favorita del re, Domitilla D’Amico per Margot Robbie (Barbie) in Barbie, Emanuela Rossi per Cate Blanchett (Linda Tarr/Lydia Tár in Tár nella sezione Miglior Voce Femminile. Queste le nomination per la televisione: Marco Benevento per One Piece, Riccardo Rossi per The White Lotus stagione 2 e Fabrizio Temperini per Succession stagione 4 per la sezione Miglior doppiaggio generale; Fabio Boccanera per Dylan McDermott (Remy Scott) in FBI: Most Wanted stagione 4, Massimo Lodolo per Kevin Costner (John Dutton) in Yellowstone stagione 4, Alessio Puccio per Paul Mescal (Connell Waldron) in Normal People per la Miglior voce maschile; Barbara De Bortoli per Sarah Jessica Parker (Carrie Bradshow) in And Just Like That… stagione 2, Lucrezia Marricchi per Lily-Rose Depp (Jocelyn) in The Idol, Maria Letizia Scifoni per Zoe Saldaña (Joe) in Operazione speciale: Lioness per la Miglior voce femminile.

Il programma

“Voci nell’ombra” si apre lunedì 27 novembre, ore 21, al Tiqu di Genova (piazzetta Cambiaso) con Non solo tutti pazzi per i coreani! Il mercato audiovisivo orientale: una grande opportunità, esigenza di una trasposizione in lingua italiana che lo valorizzi, serata in cui sarà proiettato il film giapponese Foto di famiglia di Ryôta Nakano, seguito da dibattito con il cast di doppiaggio e della direttrice Monica Pariante di CAD.

Martedì 28 novembre, ore 17, alla Biblioteca Universitaria di Genova (via Balbi 40), per Doppiaggio & Doppiaggi: voci di libri e di cinema l’attore e doppiatore Mario Cordova presenta il suo romanzo Gli uccelli non hanno vertigini (Bertoni Editore). Inoltre Anna Giaufret e Micaela Rossi dell’Università di Genova illustrano il progetto EUniversité. Seguono due appuntamenti on line sul sito e sulla pagina Facebook di “Voci nell’ombra”.

Mercoledì 29 novembre, ore 14: giornata di studi internazionale Competenze e soluzioni per un futuro del settore doppiaggio, della trasposizione multimediale e dell’accessibilità, al passo con l’evoluzione tecnologica e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, all’insegna della qualità, che sarà tradotta in LIS, la lingua dei segni. Partecipano docenti internazionali e professionisti del settore.

Giovedì 30 novembre, ore 18, è in programma Voci di podcast, appuntamento durante il quale sarà consegnato il Premio Podcast 2023. Poi per due giorni “Voci nell’ombra” si sposta a Savona.

Venerdì 1° dicembre, alle ore 21, al Teatro Sacco con il talk show con proiezioni Voci di cultura, audiovisivo e territorio: dal passato al futuro, patrimoni da recuperare e valorizzare. Durante la serata sarà proiettata la comica di Stanlio e Ollio “Noi e il pupo – Their first mistake, Come Clean” di George Marshal e James W. Horne del 1931/1932, con Stanlio e Ollio doppiati dalle storiche voci di Alberto Sordi e Mauro Zambuto, recuperata da SOS Stanlio e Ollio. Stanlio e Ollio in Liguria saranno anche i protagonisti del video musicale che sarà presentato in anteprima da Carlo Denei. Inoltre, saranno celebrati i settant’anni del film “La spiaggia” di Alberto Lattuada, girato all’epoca proprio nella provincia di Savona.

Sabato 2 dicembre la giornata di “Voci nell’Ombra” inizia alle 9.45 ai Giardini Isola della Gioventù di Savona con “La mimosa ritrovata”: un nuovo albero sarà donato alla città. Alle 10 parte il percorso urbano “Savona città dal film e da fiction”, una passeggiata alla scoperta del territorio e delle sue specialità, con la visita dei luoghi scelti come set cinematografici, animati da performance. Iscrizione obbligatoria al numero 348 7211191. Infine, sempre il 2 dicembre, alle 14.15, nel Museo d’Arte Sandro Pertini e Renata Cuneo, al terzo piano della Fortezze del Priamar, l’attore e doppiatore Mario Cordova con una carriera d’eccezione svelerà i segreti del doppiaggio in una masterclass gratuita con iscrizione obbligatoria a .

Infine, domenica 3 dicembre, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova alle 18 inizia la Serata d’onore con la consegna degli Anelli d’Oro alle eccellenze del doppiaggio italiano, selezionate dalla giuria del Festival (tutti i nomi alla pagina https://www.vocinellombra.com/giuria/), oltre ai premi speciali e al Premio alla carriera “Cladio G. Fava”.

La cerimonia sarà presentata da Maurizio di Maggio e Patrizia Caregnato. Sarà tradotta in LIS, la Lingua Italiana dei Segni. Sarà preceduta alle 14 da Ciak, voce ai giovani, uno spazio in cui gli studenti intervistano i doppiatori, una delle attività previste dal programma di alternanza scuola/lavoro PCTO, con lo sviluppo di crediti formativi. Fondamentale è la collaborazione con le innumerevoli università e con l’Ufficio Scolastico Regionale che promuoverà la partecipazione degli studenti della Liguria agli eventi dal vivo. All’organizzazione del Festival partecipano anche cinque tirocinanti la cui attività è convenzionata con l’Università degli Studi di Genova. Parteciperanno anche i corsisti della Scuola di Doppiaggio savonese del Festival. Nella ventiquattresima edizione Voci nell’Ombra continuerà il suo ruolo da apripista, assolvendo al ruolo educativo, formativo e sociale che porta nella sua missione.

È stato il primo festival a consegnare premi all’accessibilità e alle audiodescrizioni e ad attirare l’attenzione sulle modalità di fruizione delle persone disabili della vista e dell’udito, ossia l’audiodescrizione, i sottotitoli, la lingua dei segni, con la campagna “Per vedere a occhi chiusi”. Ripropone la tematica dell’accessibilità come centrale nella giornata di studi e di confronto, ma anche con la LIS negli eventi dal vivo e online. Riconferma la tematica sostenibilità con la consegna anche per questa edizione del Premio Internazionale Cinema & Sostenibilità e dell’Anello Verde. Mantiene la giornata dedicata al podcast e ai premi Voci di Podcast 2023, che unisce novità, tecnologia, digitale e voce, anche come strumento per un turismo di inclusione, senza dimenticare il ruolo della voce e dell’ascolto di cui tutti abbiamo bisogno.

Infine, il Festival continua ad ampliare la rete di collaborazioni diventando sempre più internazionale, grazie al potenziamento delle interazioni già proficue e allo sviluppo del rapporto con altre nazioni dove l’interesse per il doppiaggio è rilevante. La ventiquattresima edizione di Voci nell’Ombra partecipa insieme a Genova Voci al bando del Comune di Genova – Città dei Festival con il progetto Voci alla Ribalta, in collaborazione con Genova Voci, Biblioteca Universitaria di Genova e Direzione Generale Biblioteche, proponendo cinque dei tredici spettacoli previsti sul territorio metropolitano che promuovono il mondo della voce collegato all’audiovisivo, al teatro, alla musica, alla letteratura e alla poesia, inclusi agli appuntamenti online.

Tutti gli appuntamenti del Festival sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici