Genova: al via la diciottesima edizione del Festival della Scienza

In programma a Genova dal 22 ottobre al 1° novembre. Parola chiave: Onde. 149 eventi di cui 96 in streaming su festivalscienza.online Intervengono tre premi Nobel.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Genova. Il Festival della Scienza compie 18 anni e con la maggiore età deve affrontare la prova più difficile della sua vita, quella del Covid-19. Ma la scienza non si ferma. Così gli organizzatori, in poche settimane, hanno sapientemente suddiviso gli appuntamenti in presenza e distanza, con prevalenza, sull'onda delle nuove piattaforme, ai collegamenti on line. E appunto nel segno delle Onde, parole chiave dell'edizione 2020, il Festival della Scienza si presenta con una nuova formula, studiata per essere accessibile a tutti in sicurezza.

La diciottesima edizione del Festival della Scienza è stata presentata questa mattina nel salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi. A introdurre il Festival il presidente dell’Associazione Marco Pallavicini e il presidente del Consiglio Scientifico Alberto Diaspro. Sono intervenuti, in rappresentanza della città di Genova, l’assessore al Commercio, Artigianato, Tutela e Sviluppo Vallate, Grandi Eventi Paola Bordilli, in rappresentanza di Regione Liguria il Presidente Giovanni Toti, e Matteo Bagnasco, Responsabile Obiettivo Cultura Fondazione Compagnia di San Paolo, principale sostenitore della manifestazione. Fulvia Mangili, direttore del Festival, ha illustrato i focus del programma. Il presidente del Festival ha voluto ringraziare tutte le aziende e le istituzioni che hanno contribuito a rendere possibile l’edizione 2020.

Undici giorni di scienza, dal 22 ottobre al 1° novembre, che come ogni anno sollevano l'attenzione sulle leggi fisiche e chimiche che reggono il mondo. Il tema centrale della diciottesima edizione, come si è detto, sono le onde, intese come onde gravitazionali, elettromagnetiche, cerebrali, ma anche onde acustiche, marine, fino alle onde del sapere e della conoscenza. Moltissimi i temi trattati come sempre all’insegna di contaminazioni, interdisciplinarietà, commistione di saperi e discipline: ambiente, life sciences, climate change, chimica, matematica, astrofisica, cosmologia, genetica, medicina, intelligenza artificiale, big data ma anche food, linguistica, arte, architettura, archeologia, fumetti, filosofia.

All’onda della pandemia che si è abbattuta sul mondo il Festival dedica il ciclo di incontri L’onda Covid: capire per reagire, sviluppato in collaborazione con il Bo Live, il magazine dell’Università di Padova, con la supervisione scientifica della immunologa Antonella Viola. Un progetto ad hoc sviluppato in sinergia con il Teatro Nazionale di Genova e Andersen celebra il compleanno di Gianni Rodari, indimenticato maestro della fantasia con una profonda passione per la scienza, a cento anni dalla nascita. Sarà inoltre parte del programma l’incontro Ocean Race: gareggiare per la sostenibilità, con cui il Festival della Scienza lancia virtualmente il percorso di avvicinamento scientifico alla prossima edizione di The Ocean Race, per la prima volta in Italia, a Genova nel 2023.

Al pubblico delle scuole è dedicato il progetto La scienza va in onda!, realizzato grazie al generoso supporto di Fondazione Compagnia di San Paolo: completamente digitale, è composto da laboratori, incontri e visite virtuali a cui gli studenti possono accedere da scuola e da casa. Anche per il pubblico generico, famiglie ed appassionati di scienza il palinsesto degli incontri in diretta streaming è fruibile online sulla nuova piattaforma festivalscienza.online, realizzata grazie al supporto di ERG. Rimane invece confermata l’offerta in presenza composta da mostre, laboratori, conferenze/spettacolo, eventi speciali e spettacoli organizzati in totale sicurezza, nel rispetto delle norme vigenti.

Il Festival on-line

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci