Savona, prima colpisce a bottigliate un cittadino marocchino, poi danneggia varie auto in sosta e infine reagisce ai Carabinieri

Cittadino somalo finito agli arresti.

Profumeria Simonini

Questa notte, due Carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Savona liberi dal servizio, hanno arrestato nella flagranza del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali I.S.B. 39enne, somalo, irregolare sul territorio. I militari, mentre si trovavamo nella centrale Via Guidobono notavano varie tracce di sangue fresco sul marciapiede e poco più avanti l’uomo, fortemente ubriaco, intento a danneggiare con calci e pugni alcune vetture lì parcheggiate.

Fermato, lo straniero opponeva forte resistenza al controllo cercando di colpire i militari con calci e pugni senza però riuscirvi in quanto immediatamente bloccato e tratto in arresto.

Accertamenti immediati permettevano ai Carabinieri di ricostruire l’aggressione avvenuta pochi minuti prima nella vicina Piazza del Popolo ad un cittadino marocchino. L’aggredito infatti senza apparente motivo, era stato colpito al volto con una bottiglia. Durante la ricostruzione i militari potevano accertare che l’arrestato aveva danneggiato cinque autovetture oltre ad alcuni cestini di rifiuti lungo un tragitto che da via XX Settembre arriva sino Via Verzellino.

Le due parti coinvolte, ubriache e ferite venivano soccorse e fatte trasportare presso l’ospedale di Savona dove venivano curati e suturati. Trattenuto per tutta la notte presso le camere di sicurezza della caserma, I.S.B., in mattinata, sarà sottoposto al rito “per direttissima” presso il Tribunale di Savona.

I proprietari dei veicoli danneggiati venivano contattati e invitati a presentarsi presso la Stazione Carabinieri di Savona per formalizzare le rispettive denunce.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi