Pietra Ligure: zingare tentano di svaligiare un appartamento, ma è la casa di un carabiniere. Fermate le nomadi.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

È accaduto venerdì pomeriggio in corso Italia a Pietra Ligure (SV), dove una coppia di giovanissime nomadi di origini croate, ha cercato di entrare in abitazione di proprietà di un carabiniere che, per lo loro sfortuna, in quel momento si trovava a casa.

Il militare, sentiti rumori sospetti provenire da fuori, interviene subito e, quando apre la porta, sorprende le due zingare che avevano nel frattempo già vistosamente provato a scassinare la serratura della porta d’ingresso, armeggiando con ancora gli arnesi in mano.

Fatta immediatamente intervenire una pattuglia dell’Arma a supporto del carabiniere, le due sono state accompagnate negli uffici del Comando Stazione di Pietra Ligure. La più grande (21 anni), in stato di gravidanza, è stata arrestata poiché colpita da ordine di custodia cautelare in carcere emessa dal Autorità Giudiziaria di Milano per la commissione di furti in abitazione commessi in quella provincia nel 2016. Al termine degli accertamenti previsti è stata condotta dai Carabinieri nel carcere di Genova Pontedecimo.

La più giovane, appena 15 anni, è stata condotta in una struttura di accoglienza nell’entroterra sanremese. Entrambe dovranno ovviamente rispondere delle accuse di tentato furto in abitazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Non è infrequente che i nomadi “impieghino” per i furti di questo genere, donne in stato interessante o minorenni.

Sono ora al vaglio dei Carabinieri, una serie di analoghi furti commessi in passato, nella zona, attraverso il confronto delle impronte repertate dai militari della Sezione Operativa di Albenga nei vari sopralluoghi effettuati, con quelle appartenenti alle due giovani donne.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci