Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Massicci controlli sul territorio, arresti e denunce da parte dei Carabinieri della Stazione di Alassio

Tempo di lettura: 2 minuti

I Carabinieri della Stazione di Alassio, nell’ambito di un servizio coordinato di controllo del territorio, dove hanno preso attivamente parte le articolazioni speciali dell’Arma dei Carabinieri – NAS di Genova – Nucleo Cinofili di Villanova d’ Albenga – 15 NEC di Villanova d’Albenga, nei giorni scorsi hanno:

  • Tratto in arresto un giovane Alassino di 30 anni per il delitto di STALKING. Il medesimo, già tratto in arresto e collocato agli arresti domiciliari a seguito della denuncia formalizzata dalla sua ex compagna, incurante delle conseguenze derivanti dalle plurime violazioni commesse durante la detenzione, ha seguitato imperterrito a rendere impossibile la vita alla ragazza, tramite l’invio insistente di messaggi, violando, così, le prescrizioni imposte dall’A.G. Il Giudice, accogliendo la richiesta dei Carabinieri della Stazione di Alassio, di sostituire la misura con un’altra più afflittiva, lo hanno prelevato da casa e condotto alla casa circondariale di Imperia.
  • Scoperto le responsabili di alcuni furti commessi durante la stagione estiva. A conclusione di una rapida attività di indagine, nell’ambito della quale sono emersi profili di reità a carico delle due donne, pellegrine nel territorio alassino, le hanno denunciate per una serie di furti commessi ai danni di abitazioni. Sono due giovani della zona di Torino, solite peregrinare nel territorio alassino per mettere a segno colpi ai danni di abitazioni private. Oltre alla denuncia, sono scattati i fogli di Via obbligatori nei loro confronti;
  • Individuato, dopo una certosina indagine, condotta da un giovane Carabiniere appassionato di Telematica e del circuito ON LINE, tre truffatori , i quali, gabbando la buona fede di altrettante persone interessate a prendere in locazione appartamenti nella baia del sole, si facevano consegnare, tramite il pagamento ON LINE, la caparra di 200’00 ( duecento euro). Una volta arrivati sul posto indicato, l’amara scoperta dei truffati, che hanno subito denunciato i fatti.

Nel medesimo contesto operativo , il personale del NAS di Genova ha operato alcuni controlli di due locali pubblici della zona, rilevando alcune irregolarità amministrative e sanitarie, segnalando, agli organi di competenza, i titolari trasgressori.

Anche il 15 NEC di Villanova d’Albenga, con i continui sorvoli della zona di Alassio e luoghi limitrofi, ha fornito il proprio rilevante contributo, agendo sinergicamente con le pattuglie territoriali e segnalando dall’alto eventuali luoghi e altre zone di interesse operativo.

Il nucleo cinofili d’Albenga, ormai abitudinario, nelle passeggiate addestrative nel budello di Alassio e nei pressi degli stabilimenti balneari ha partecipato attivamente sia nell’esecuzione di posti di controllo, che nella vigilanza dei carrugi, della locale FF.SS e altre zone di interesse.

Il coinvolgimento dei reparti speciali dell’Arma si inquadra in un contesto di fattiva e incondizionata collaborazione, supporto e contributo che raccorda la componente territoriale e quella speciale, nell’ottica di esaltare la sinergia operativa da sempre esistente e che viene privilegiata anche in queste circostante operative.

Nei prossimi giorni il dispositivo operativo sarà rinforzato con la presenza di personale in borghese e posti di controllo e di blocco nei punti nevralgici e sensibili del territorio.

c.s.

image_pdfConserva l\'articoloimage_printStampa l\'articolo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: