Controlli straordinari su tutto il territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Alassio

Pista Kart Indoor Albenga

Servizio straordinario di controllo del territorio a largo raggio che ha interessato tutta la giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Alassio, con un massiccio dispiegamento di uomini e mezzi, a cui hanno partecipato attivamente, in tutte le varie fasi operative, i Carabinieri del nucleo cinofili di Villanova d’Albenga e del 15° Nucleo Elicotteristi, che hanno cooperato in stretta sinergia con i reparti territoriali.

L’attività di controllo ha interessato i parchi pubblici di Alassio, Andora, Laigueglia, le zone circostanti delle locali FF.SS di Alassio e Laigueglia, i casolari abbandonati, le zone periferiche, i luoghi di bivacco, il budello e i carrugi di Alassio, esercizi pubblici, luoghi di ritrovo giovanile, i bus di linea, i luoghi adiacenti alle scuole esistenti nel territorio.

Posti di controllo, negli orari di maggior flusso veicolare, nei punti nevralgici del territorio, sono stati effettuati dalla radiomobile di Alassio, dalla stazione di Alassio, di Andora e Laigueglia, allo scopo di garantire la sicurezza stradale agli utenti della strada e per dissuadere, con l’evidente visibilità dei dispositivi in circuito, eventuali condotte pericolose dei mezzi circolanti.

200 persone sono state identificate, 160 mezzi controllati, 10 patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza alcolica, guida con patente sospesa e guida pericolosa in centro abitato, 5 mezzi sequestrati a cura della radiomobile per guida senza la prescritta copertura assicurativa; inoltre la stazione di Cisano Sul neva ha denunciato una donna del posto, che, incurante del divieto di circolare con la propria auto, essendo sottoposta a sequestro amministrativo, veniva sorpresa alla guida della stessa nel centro abitato. Sequestrata nuovamente l’auto.

Personale dell’aliquota radiomobile, invece, è stato costretto ad intervenire in un'auto in sosta ad Alassio, sotto il sole da quasi cinque ore, dove era stato notato un cane di piccola taglia in evidente sofferenza per la calura. L’intervento dei Carabinieri ha permesso di “liberare il cane”, dissetarlo nell'immediatezza; successivamente è stato rintracciato il proprietario che, incurante, era andato spensierato a fare una passeggiata. Denunciato per maltrattamento di animali, è una persona di nazionalità francese.

Sempre l’aliquota radiomobile, la scorsa serata, in Andora, ha denunciato due litiganti che recavano disturbo in un locale pubblico. Gli stessi, dopo averli portati alla moderazione ed alla ragione a cura degli operanti, all'improvviso, in preda all'alcool, hanno ingiuriato ed offeso i Carabinieri. Denunciati entrambi per ingiuria e resistenza a pubblico ufficiale.

La stazione di Alassio ha scoperto e poi denunciato 6 persone (venete, lombarde e piemontesi), di cui un cinese, responsabili di aver allestito una rete on-line, in cui sono state raggirate numerose persone, alle quali venivano offerte disponibilità di appartamenti per la stagione estiva ad Alassio, di fatto inesistenti. Dalle persone truffate, che poi hanno denunciato il fatto, si erano fatti bonificare 300 euro come caparra.

Tre cittadini, di cui due marocchini, l’altro un pregiudicato italiano, agitati e che non volevano pagare il biglietto, sono stati segnalati dai controllori del bus di linea. Presi in consegna dai Carabinieri dell’aliquota radiomobile e denunciati per minaccia a incaricato di pubblico servizio e per non aver ottemperato all'ordine, emesso dal Questore di Torino, di lasciare il territorio dello stato italiano. Nel medesimo controllo ai bus di linea, la scorsa notte i Carabinieri del nucleo operativo, confusi tra i giovani e la gente presente sul pullman, hanno identificato 5 giovani, sui quali i cani dei nucleo cinofili avevano rilevato la presenza di stupefacente. Sequestrati quasi 50 grammi in totale di marijuana, occultata nei rispettivi zaini.

Un cittadino marocchino, invece, sabato scorso, è stato denunciato dalla stazione di Alassio per aver truffato un anziano alassino, alla guida della sua auto, utilizzando la “truffa dello specchietto”. La scena è stata notata da un giovane Carabiniere della Stazione di Alassio, fuori servizio, che ha subito chiamato i colleghi della stazione che hanno poi proceduto alla denuncia. Nel medesimo contesto operativo sono state tratte in arresto tre persone, una delle quali, a cura della stazione di Villanova d’Albenga, che ha reso esecutiva la misura degli arresti domiciliari nei confronti di un marocchino del posto, per reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Gli altri due sono stati resi esecutivi dalla stazione di Alassio.

Il presidio di controllo del territorio, a cura delle stazioni dipendenti della stazione di Alassio, aliquota radiomobile, nucleo operativo e nucleo cinofili, continua ad essere garantito con il pattugliamento esterno, pattuglie a piedi per il budello e in occasione di eventi popolari, e dispiegato in ogni zona sensibile e di interesse operativo.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi