Ceriale: setacciata nuovamente l’area T1. 12 persone denunciate. 7 stranieri avviati all'espulsione dal territorio italiano

Profumeria Simonini

Nell’ambito dei consueti servizi di controllo delle aree degradate e abbandonate, spesso rifugio di sbandati e spacciatori, a distanza di 15 giorni dall’ultimo blitz nel cantiere noto come “Area T1”, i Carabinieri di Ceriale, supportati dalla Sezione Radiomobile di Albenga, all’alba di stamani hanno passato al setaccio l’intero complesso. L’immenso stabile abbandonato è stato sistematicamente ricontrollato palmo a palmo anche con l’aiuto di tre unità Cinofile specializzate in forza al Nucleo Carabinieri di Villanova d’Albenga.

All’interno sono stati sopresi 10 cittadini marocchini irregolari e due italiani (tutti noti alle Forze dell’Ordine per la commissione di vari reati) che dormivano su giacigli di fortuna ed in mezzo alla sporcizia.

I soggetti sono stati tutti accompagnati in caserma per le attività di fotosegnalamento e successivamente portati in Questura per l’avvio dei procedimenti di espulsione (per gli stranieri) e per l’applicazione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Ceriale (per gli italiani). Al termine degli accertamenti, sono stati denunciati tutti per occupazione e invasione di terreni ed edifici, 7 stranieri (tutti di origine marocchina) sono stati denunciati anche per non aver ottemperato a precedenti ordini di espulsione dal territorio nazionale.

I controlli delle aree abbandonate e degli stabili in disuso continuano ad essere costantemente monitorati dai Carabinieri della Compagnia di Albenga.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi