Ceriale: monitoraggio delle persone sottoposte a misure disposte dall'autorità giudiziaria

In manette pregiudicato già in regime di detenzione domiciliare.

Profumeria Simonini

I Carabinieri della Stazione di Ceriale, nell’ambito della recente intensificazione dei controlli delle persone sottoposte a misure restrittive disposte dall’Autorità Giudiziaria, avevano raccolto una serie di osservazioni nel comportamento di un detenuto domiciliare residente sul territorio di competenza. Ai militari, non erano sfuggiti alcuni elementi di fatto tesi ad accertare l’aggressività nel comportamento di LAHNAOUI El Mustafa, cinquantenne marocchino ospitato a casa del fratello sul lungomare Diaz. Proprio suo fratello aveva segnalato, a conferma delle analisi condotte dai Carabinieri cerialesi, sistematicamente annotate durante i controlli domiciliari, i continui litigi e violenti contrasti con il familiare. Il LAHNAOUI, già arrestato dai Carabinieri per il reato di maltrattamenti in famiglia, è stato monitorato dai militari fino a giungere alla proposta dell’Arma di Ceriale di far emettere dal Tribunale di Sorveglianza di Genova una misura più idonea. Nel corso della serata di ieri pertanto sono giunti ad arrestare il detenuto domiciliare su ordine dell’A.G. genovese per “violazione delle prescrizioni imposte dalla misura detentiva cui era sottoposto”. Dopo le formalità i Carabinieri hanno tradotto LAHNAOUI nel carcere di Genova Marassi ove continuerà l’espiazione della propria pena.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi