Carabinieri, ponente ligure: uno evade dai domiciliari, l'altro viene colto coi "ferri del mestiere". Arrestati.

Due arresti nel ponente ligure da parte dei Carabinieri.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, resi operativi dai Comandi dipendenti rispettivamente nel proprio ambito territoriale, la Stazione di Alassio, la scorsa notte, ha tratto in arresto DEYAB AMR Mohamed Omar, 35 anni, residente ad Alassio, censurato, indagato per il delitto di rapina in conseguenza della quale gli era stato imposto l’obbligo di presentazione alla P.G. Incurante e continuativamente inottemperante delle prescrizioni impostegli, considerato che in più occasioni non si era presentato a firmare, i Carabinieri di Alassio hanno pensato bene di andare a trovarlo a casa, dando così esecuzione all’ordinanza degli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Savona. Imperterrito l’extracee ha pensato bene di farsi una passeggiata alle prime ore dell’alba di ieri, uscendo indisturbato dalla sua abitazione. La sua presenza non è sfuggita all’occhio vigile della pattuglia radiomobile che, notando una presenza strana per il centro di Alassio, lo ha fermato, controllato e tratto in arresto per il delitto di evasione. Ieri mattina è stato condotto, a cura dei militari operanti, al Tribunale di Savona per il giudizio direttissimo. Il giudice, valutando complessivamente la recidiva in termini di inadempienza, evidenziata dagli operatori, ha adottato due misure custodiali in carcere, rispettivamente: per il delitto di evasione e poi ha reso più afflittiva la precedente misura violata, quella degli arresti domiciliari. Le misure coercitive sono state rese esecutive nell’immediatezza a cura del personale della Stazione di Alassio e dell’aliquota radiomobile. L’extyracee, successivamente, è stato associato alla casa di reclusione.

Sempre l’aliquota radiomobile, stanotte, nel centro di Andora, ha notato una presenza strana e sospetta di una persona che, con atteggiamento furtivo, guardava in direzione delle abitazioni. Immediatamente controllato, è stato trovato in possesso di grimaldelli e arnesi atti allo scasso. Sicuramente l’albanese L.M., censurato, 22 anni, senza fissa dimora in Italia, stava eseguendo il sopralluogo per poi entrare in azione. Il rapido controllo degli operatori ha impedito che il suo piano criminoso venisse portato a compimento.

I servizi di controllo del territorio continueranno nei prossimi giorni, intensificati nei giorni del 15 agosto e successivi weed end ad opera di tutti i Comandi dipendenti della Compagnia di Alassio. Anche personale in borghese, nelle fasce serali e notturne, sarà presente sul territorio per coadiuvare il personale operante. Saranno monitorati, in termini di osservazione e controllo, tutti i luoghi di aggregazione popolare, allo scopo di rendere serena la permanenza dei turisti, in particolare dissuadere malintenzionati a compiere gesti inconsulti e ostili diretti a minare la tranquillità.

Lo scopo del servizio è quello di rendere serena e tranquilla la permanenza dei turisti nel comprensorio Alassino, in particolare a tutte le persone residenti.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci