Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Carabinieri: ancora controlli antidroga sul territorio della compagnia di Albenga

Tempo di lettura: 3 minuti

Task force di 20 militari. 10 posti di blocco. 25 perquisizioni personali e domiciliari. 5 arrestati tra cui 4 pusher, 16 denunciati in stato di libertà e 9 consumatori di droga segnalati alla prefettura.

Albenga (SV). Nell’ambito di servizi di controllo straordinari del territorio e nel quadro delle attività volte a contrastare il degrado urbano connesso soprattutto al fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Compagnia di Albenga, con le proprie articolazioni interne, hanno intensificato i controlli sull’intera area di competenza con particolare attenzione ai comuni di Albenga, Loano, Pietra L. e Finale L.

L’attività ha portato all’identificazione ed al controllo di circa 150 persone; alla verifica di oltre 90 veicoli, ed alla perquisizione di 25 individui sospetti. All’esito sono state sequestrate alcune dosi di droga (cocaina, hashish e marijuana) per oltre un etto complessivo e 3 coltelli a serramanico il cui porto è vietato.

5 sono le persone tratte in arresto e 16 quelle denunciate in stato di libertà alla Procura per violazioni al Codice Penale e alla Legislazione Speciale.

Due cittadini marocchini, pregiudicati per spaccio di droga, sono stati arrestati, in esecuzione di altrettanti ordini di carcerazione emessi dal Tribunale di Savona per l’espiazione della pena di 8 mesi di reclusione per reati di spaccio commessi ad Albenga nel 2018.

Un pusher 22enne di origine albanese, pregiudicato per reati in materia di droga, già in regime di affidamento in prova ai servizi sociali, è stato rintracciato ed arrestato in esecuzione ad un ordine di cattura emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Genova, per l’espiazione del resto della pena da scontare in carcere, a seguito di violazioni agli obblighi connessi alla sua condizione, puntualmente segnalate dai Carabinieri di Pietra Ligure, ove lo stesso risiedeva.

I Carabinieri della Stazione di Pietra Ligure hanno proceduto all’arresto di un 60enne piemontese, in esecuzione ad un ordine di cattura per l’espiazione di quasi 4 mesi di reclusione per un furto aggravato commesso nel 2018 a Pietra Ligure.

E, infine, i Carabinieri della Stazione di Albenga hanno arrestato un 38enne ingauno per aver violato il divieto di avvicinamento alla propria ex compagna che lo aveva precedentemente denunciato per stalking.

I 5 arrestati sono stati tutti condotti nel carcere di Imperia ove sconteranno le pene loro comminate a seguito di condanna definitiva.

Tra i deferiti alla Procura della Repubblica del Tribunale di Savona, figurano un marocchino per droga, perquisito a seguito di ripetuti controlli dei giardini pubblici dai militari della Sezione Radiomobile con 7 grammi di hashish; un albenganese per droga, nel corso di una perquisizione poi estesa al suo domicilio in Albenga, operato con il supporto delle unità cinofile dell’Arma, è stato trovato in possesso di 70 grammi di marijuana; altri sei cittadini marocchini, rintracciati in piazza del popolo e nei Giardini Paolo VI e nei giardini ubicati intorno al Supermercato LIDL di via Nino Bixio (ove recentemente la cittadinanza segnalava persone ubriache moleste o al bivacco), sono stati fermati, condotti in caserma, fotosegnalati e tutti denunciati per inosservanza sulle norme in materia di immigrazione; un altro cittadino marocchino è stato denunciato poiché a seguito di perquisizione è stato trovato con una banconota da 20 euro risulta falsa, un cittadino di Alassio, pregiudicato, è stato rintracciato ad Albenga sebbene fosse sottoposto al divieto di dimora nel comune ingauno per tre anni dall’Autorità di Pubblica Sicurezza, un marocchino pregiudicato è stato individuato in via Trieste e, a seguito del controllo in Banda Dati risultava destinatario del divieto di dimora in Albenga. Tre cittadini, un marocchino, un alassino ed un finalese, tutti pregiudicati, sono stati trovati in possesso di altrettanti coltelli a serramanico il cui porto è vietato.

Nove sono infine le persone segnalate all’Ufficio Tossicodipendenze della Prefettura di Savona per possesso di stupefacenti ad uso personale, quali cocaina, hashish e marijuana, a seguito di controlli nei parchi pubblici ed in quelli effettuati alle varie fermate degli autobus della linea TPL.

c.s.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: