Savona, i pusher fanno scena muta dal gip per la droga nella Savona bene

Tra i clienti, insospettabili imprenditori, commercianti, ingegneri e anche due avvocati.

Hanno preferito avvalersi della facoltà di non rispondere i due pusher nordafricani, fermati con 92 grammi di hashish, dopo un lungo monitoraggio delle loro attività. Un centinaio le dosi cedute a professionisti insospettabili del capoluogo ponentino, i cui nomi sarebbero emersi dall'analisi delle rubriche, contenute nei cellulari sequestrati a Saad Naji, di 27 anni, e Youssef El Kabbouri, di 35, entrambi di origine marocchina, per i quali il gip Francesco Meloni ha deciso la misura cautelare in carcere.