Savona: clochard picchiato a calci e pugni fuori del pronto soccorso

Vittima l’altra notte un senzatetto originario di Borgo San Dalmazzo. Scattate le indagini dei Carabinieri.

Picchiato a calci e pugni da un altro clochard, italiano come lui, per quei pochi spiccioli, quelle poche elemosine raccolte durante la giornata. È successo l’altra notte a Valerio Minore, un senzatetto originario di Borgo San Dalmazzo, 64 anni, che da qualche tempo, da quando la sorte gli ha voltato le spalle (lavorava per una cooperativa di Cairo, lo hanno licenziato), è solito chiedere l’elemosina in piazza Saffi, nella zona dell’Oviesse. “Alla Caritas ultimamente non c’è un posto dove andare a dormire - racconta l’uomo -. E neppure alla Croce Rossa. Così da qualche sera passo le notti nell’atrio del Pronto soccorso. I sanitari chiudono un occhio perchè io non do fastidio a nessuno”.

Ora sull’episodio sono in corso le indagini dei Carabinieri. Una decina di sere fa, Valerio Minore era già stato vittima di un’aggressione, davanti alla chiesa di San Paolo, in corso Tardy e Benech. «Dormivo su una panchina - racconta -. Non l’ho visto in faccia, ma era da solo. Mi ha messo una mano sulla bocca per impedirmi di urlare e mi ha preso lo zaino, il sacco a pelo, i soldi».

(fonte: La Stampa)

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.