RECUPERATI DALLA POLIZIA STRADALE DUE SCOOTER ED UN FURGONE RUBATI IN FRANCIA

Sono le 10 di mattinata di lunedì quando agli agenti della Polizia Stradale, impegnati nei sempre più incessanti controlli ai varchi doganali genovesi, salta agli occhi un immacolato furgone Mercedes Vito con targa francese

L'Alt scatta immediatamente, dettato da quell'istinto sviluppato ormai da anni sulla strada, su quelle rotte verso il nord africa foriere, spesso, di traffici illeciti. Alla guida Adel T. , un tunisino di 47 anni residente in Francia, al suo fianco altri due connazionali: Faouzi L di 39 anni e Sabri S.di 29 anni, anche loro residenti in Francia.

La domanda di rito "trasportata qualcosa, biciclette o moto?" viene subito aggirata con un NO secco, anche se dal vano di carico proveniva inequivocabilmente un intenso odore di benzina. A proposito di fiuto. Ben occultati infatti, sommersi da vestiti ed oggetti vari, spuntano due scooter Piaggio Vespa Primavera privi di serrature e documenti. Ormai è tutto chiaro, ma dai colleghi d'oltralpe arriva la conferma che quei motocicli sono stati rubati a Parigi tre giorni fa. Eppure i tunisini dicono di averli comprati in un supermercato per soli 400 Euro. Anche il furgone, lindo ed intonso, è oggetto delle attenzioni degli investigatori genovesi: Faouzi lo ha in leasing ma da molti mesi non paga più le rate e certo non è stato autorizzato dalla società a trasportarlo in terra d'Africa. Alla fine per i tre, accusati di riciclaggio, si aprono le porte del carcere di Marassi, mentre nel piazzale della Polizia Stradale di Genova ci sono due scooter ed un furgone francese in attesa di ritornare in patria dai rispettivi proprietari.

C.S.