Maltempo: in Val Bormida allagamenti, disagi e molti danni

Cairo Montenotte, una città praticamente isolata ed impaurita. Alluvionata come lamenta il sindaco Fulvio Briano. Il fiume è esondato in diversi punti qualche chilometro più a valle del centro storico, allagando case e magazzini nelle frazioni di Carnovale, Bellini, Ville, Ferrere, Cairo 2 e vicino al cimitero.

Tutta la zona a verso il Piemonte è completamente isolata, con le strade totalmente sommerse d'acqua. La cittadina è priva di acqua potabile a causa della rottura di un'importante conduttura del lago di Osiglia, a Millesimo, e sembra non avere una rapida soluzione, anche se è previsto per oggi pomeriggio il ripristino dell'erogazione dell'acqua nelle utenze domestiche, anche se per uso non potabile, come fa sapere il sindaco tramite un ordinanza.

Esondato il fiume anche in prossimità dell'ospedale, allagando il reparto di radiologia, e nei sottopassi ferroviari.

Presidiato da una camionetta della Protezione Civile l'ingresso del ponte di Corso XXV Aprile per evitare il transito delle auto.

Il sindaco Fulvio Briano è dal pomeriggio di ieri che invita tutti gli oltre 13mila suoi concittadini a chiudersi in casa. Ha scritto anche un appello su Facebook.

Stazioni chiuse in tutta la Val Bormida e circolazione ferroviaria sospesa sia sulla linea Alessandria-Savona che sulla Torino-Savona.

Molti i paesi a fare le spese di questa alluvione “peggiore di quella del ‘94”, come sottolineato dal sindaco Briano. Rocchetta, Bragno, Carcare e Cengio. Frane ed allagamenti a Pallare, Roccavignale, Cosseria. Anche Dego è senza acqua e luce. Particolarmente gravi i danni a confine col Piemonte, dove numerose strade sono interrotte.

I torrenti Arroscia, Neva e Varatella hanno rotto gli argini provocando molti danni. Alcune zone tra i Comuni di Ortovero e Villanova d’Albenga sono stati allagati.

A Bardineto e Calizzano gravi problemi per l'energia elettrica e l'acqua potabile, allagati autorimesse, scantinati e piani interrati. Una squadra formata da sei soccorritori acquatici del comando di Genova è stata inviata in zona Val Bormida Calizzano. Nel comune di Murialdo in località Valle è crollato un ponte sul fiume Bormida. Forti disagi alla viabilità sulla strada che da Toirano conduce a Bardineto, dove molteplici "cascate" d'acqua piovana si sono riversate dalle montagne direttamente sulla strada, provocando alcune piccole ma fastidiose frane.