La versione di Simone Barbato per la lite sugli spalti a Ceriale

Nel rispetto della trasparenza e dell'obiettività, considerando giusto e doveroso dare voce a tutte le parti coinvolte e citate, pubblichiamo, integralmente, la versione scritta e inviatoci da Simone Barbato, riguardo gli avvenimenti legati alla partita benefica, giocata a Ceriale, tra Nazionale Calcio TV e Liguria Solidale.

Il giorno 1 luglio 2016 10:51, simone barbato ha scritto:

Buon giorno sono Simone Barbato ho letto il vostro articolo su di me. Trovo che abbiate scritto molte cose inventate. come l'avere aggredito e strattonato una ragazza cosa che non ho assolutamente fatto e non sta assolutamente nella mia etica. Sandro giacobbe mi ha invitato alla partita, dopo di che il mister Vittorio fagioli mi ha impedito di giocare la partita del sorriso, che io ho sempre giocato a Ceriale. e quindi tutti mi aspettavano. dopo di che essendomi stato impedito di giocare ho esposto questo striscione, che ovviamente era rivolto a mister fagioli. mentre cantavo la frase dello striscione i bambini si sono uniti spontaneamente a me... del ragazzo con il coltello non so nulla di cosa sia successo tanto è vero che io a quel punto ero gia' andato via. vorrei aggiungere che io non ho guardie del corpo. ora....se voi vorrete fare una retifica al vostro articolo, dicendo la mia versione, ovvero il reale avvenimento dei fatti , in attesa di un vostro immediato riscontro, vi porgo i miei distinti saluti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.