Genova, la magistratura indaga per le migliaia di litri di greggio sversati nel Polcevera

La magistratura ha aperto un'inchiesta per stabilire le cause e le responsabilità, escludendo da subito un atto vandalico.

Uno scoppio e scatta l'allarme inquinamento in Val Polcevera. A chiamare i soccorsi, Vigili del Fuoco e Carabinieri, sono stati gli abitanti della zona minacciata dallo sversamento di migliaia di litri di greggio, fuoriuscito dall’oleodotto Iplom che da Multedo, passando da Fegino, scorre sino a Busalla.

La magistratura ha aperto un'inchiesta per stabilire le cause e le responsabilità, escludendo da subito un atto vandalico. Per limitare il danno ambientale sono state sistemate panne di contenimento lungo le sponde del Fegino e del Polcevera, affinche il greggio non raggiunga il mare.

Provvidenziale la mancanza di pioggia, che, in caso contrario, avrebbe potuto vanificare tutti gli sforzi per rimuovere il greggio dal letto dei due torrenti interessati. Al momento la situazione, per la parte a mare, sembra essere sotto controllo.

La Capitaneria di Porto ha diffidato la Società Iplom a rimediare all’inquinamento marino provocato e a farsi carico delle conseguenze.