Dopo alluvione: il sindaco di Cisano fa il punto della situazione

Ora la conta dei danni, tra fango e lacrime dei cittadini.

Cisano sul Neva. Sono passate 24 ore dall'alluvione che ha colpito la cittadina, e ora si fa la conta dei danni, tra fango e la disperazione di chi ha perduto la propria attività.

"Un'apocalisse. - così commenta Massimo Niero, sindaco di Cisano - Abbiamo cercato in primis, con un by-pass all'acquedotto, di ridare l'acqua potabile alla cittadinanza di Martinetto, e poi ovviamente di ripulire le strade e le arterie che portano ad Albenga ed ai paesi a noi confinanti."

Dopo alluvione: il sindaco di Cisano fa il punto della situazione: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

Ieri verso l'ora di pranzo il Neva ha superato il livello critico di piena, oltrepassando i 4 m ed esondando. La forza della piena del torrente ha travolto tutto quanto a Cisano, isolandoli e privandoli di illuminazione pubblica ed acqua potabile. Distrutto il distributore di carburante, e allagato completamente i vicini punti di ristoro "KM 0 Pit Stop" e "da Dumme".

"È stato un evento imprevedibile. - conclude Niero - Anche a detta degli anziani del paese, non hanno mai visto una cosa del genere."