Ceriale: l'allaccio abusivo mette in luce il decreto di espulsione

Proseguono i controlli a tappeto su tutto il territorio di Ceriale, da parte della Polizia Municipale che oggi, nell'ambito del servizio di prevenzione, ha fatto irruzione nel centralissimo Palazzo Pesce, abbandonato da tempo e divenuto rifugio per emarginati e malviventi.

All'interno dell'edificio, spesso segnalato per lo stato di forte degrado, i vigili hanno trovato due cittadini stranieri di origine marocchina B.M. 28 anni e M.Z. 32 anni, che avevano adibito alcuni locali ad alloggio, con allaccio abusivo alla rete elettrica.

La denuncia per furto aggravato di energia ha peggiorato la posizione del pluripregiudicato 32enne M.Z., sul quale pendeva già un decreto di espulsione, per precedenti reati e spaccio di droga, che ora è stata avviata la pratica per l'espulsione dal territorio nazionale.

Palazzo Pesce fa notare il consigliere di minoranza Luigi Giordano: fa parte di una delle tante vicende trascurate come il Torelli e la T1. E' normale che poi in uno stato di degrado possano avvenire fermi e quant'altro. Se l'amministrazione non prende dei provvedimenti contro i proprietatri di case abbandonate e affittate a personaggi di dubbia provenienza e che rendono gli immobili in uno stato di degrado come anche via S. Eugenio, il comune deve chiedere i danni per l'immagine, non possiamo tenere delle topaie nel centro di Ceriale. Ho già fatto numerose interrogazioni su questo tema, ma non sono valse a nulla. Poi diventa normale avere delle topaie dove si annidano anche gente che delinque

Ceriale 28 luglio 2016

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponbibile un modulo dedicato.